Published On: Ven, Mar 8th, 2013

Questa sera alle Clarisse, Soroptimist festeggia la donna

8 marzo 2013 b webRAPALLO. Il Soroptimist club del Tigullio, con il patrocinio del Comune di Rapallo e dello Zonta club di Portofino, propone  un  appuntamento che è anche un modo originale per ricordare la festa della donna

Si esibirà una compagnia di Trento: l’attrice  Annalisa Morsella e la cantautrice  Maria Devigli, con la regia di Pietro Laino presenteranno tre storie di donne: si tratta di una riflessione sulla condizione della donna,le sue paure, i suoi disagi e la violenza spesso subita.

Gigliola è una donna manager, realizzata e al top, eppure assalita dalla paura di essere aggredita una volta affrontato un buio viale: un “nero”  la segue e la tecnologia dell’auto  non funziona ……..

Lucia, poliziotta di turno su una “volante, è alle prese con il disagio di dover gestire la famiglia, marito e figlia e con la paura di non poterlo fare nel modo migliore. Anche nel lavoro, pur essendo determinata e  capo pattuglia di due colleghi maschi, è comunque esposta alla loro ironia benevola e maschilista……….

Kadhj è una giovane e bella africana strappata alla sua terra e ai suoi affetti con promesse di un lavoro in Italia e avviata alla prostituzione nel viale di una fredda città dove incontrerà……

Il Soroptimist club del Tigullio, come ci ha spiegato la Presidente Professoressa Anna Maria Genovese, propone questa iniziativa a scopo benefico, a favore del  al progetto internazionale Water and food.Lo scopo del progetto è quello di promuovere azioni a tutela del diritto alla disponibilità della terra a favore delle donne africane. In particolare è in corso di   realizzazione   una campagna di formazione legale delle donne nei diversi  distretti del Rwanda circa i loro diritti di accesso alla terra. lnfatti la legislazione ruandese  dopo la riforma del 1975 riconosce la piena parità dei diritti fra uomo e donna, in pratica però discriminazioni in tema di ” land tenure” sono molto diffuse nei distretti ove sopravvivono prassi tribali. Il progetto prevede l’organizzazione di  corsi di istruzione diretti a  una rappresentante  di ogni distretto del paese. Ogni frequentante potrà quindi a sua volta sensibilizzare e offrire consulenza alle altre donne circa i loro diritti, in specie per quanto concerne la proprietà e la disponibilità della terra.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>