Published On: Lun, Gen 11th, 2016

“Qui Viazzi… a voi studio” 50 anni di giornalismo radio-televisivo rievocati sabato 16 gennaio a Santa

“Qui Viazzi… a voi studio” 50 anni di giornalismo radio-televisivo
Tarcisio Mazzeo, caporedattore sede RAI di Genova – Silvio Ferrari, docente di storia dell’arte – Alberto Viazzi, giornalista di TeleRadioPace –Maria Paola Comolli Viazzi, curatrice del libro

Sabato 16 gennaio, ore 16.00 Spazio Aperto di Via dell’Arco, Santa Margherita Ligure

Anno 1962: da pochi anni l’Italia vive il suo boom economico e si trasforma da paese agricolo a industriale; la televisione è parte integrante del processo di modifica dello stile di vita degli italiani.

Un ragazzo genovese poco più che trentenne entra a far parte della RAI: è Cesare Viazzi, che porta nell’azienda il suo entusiasmo e le sue idee.

Una passione che lo condurrà a essere protagonista del tentativo di fare un’informazione più vicina alle persone: prima come inviato speciale in occasione dell’alluvione di Firenze, dell’invasione sovietica di Praga, degli anni di piombo a Genova, delle Olimpiadi di Mosca, del Festival Cinematografico di Cannes, del Festival di Sanremo, dei viaggi pontifici; poi come capo redattore, responsabile dei servizi giornalistici, contribuendo alla nascita della Terza Rete TV e del TG3 nazionale cui dedicherà sempre il massimo del suo impegno.

Rientrato a Genova come direttore della sede regionale RAI della Liguria e Vicedirettore nazionale dei servizi giornalistici, pretese uno stile che fece dire a Pier Antonio Zannoni, giornalista di quella redazione “Era esigente: sul contenuto e sullo stile del testo, che non dovevano essere banali, sulla scelta delle immagini, che dovevano essere appropriate, sulla cura del montaggio, che il redattore, salvo casi di urgenza, doveva seguire personalmente, collaborando con il tecnico montatore. Era un perfezionista. Lo apprezzavo anche per questo…”.

50 anni di vita professionale che costituiscono lo spunto per narrare una vicenda umana (ricostruita in un libro brillante e ironico), ma anche anni cruciali della vita culturale dell’Italia e della storia della RAI.

Il prof. Silvio Ferrari, docente di Storia dell’arte, rievoca l’ambiente culturale di Genova in quegli anni e Tarcisio Mazzeo, capo redattore della sede RAI di Genova, illustra lo sviluppo radio-televisivo regionale e nazionale. Un pomeriggio per capire che cosa significhi essere giornalisti seri e rigorosi.

L’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita. Appuntamento sabato 16 gennaio alle ore 16.00, in via dell’Arco 38 a Santa Margherita Ligure.

L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.
loc viazzi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>