Published On: Lun, Mar 27th, 2017

Raccolta rifiuti urbani: segnalazione di un problema a Trigoso

Riceviamo e pubblichiamo questa nota del consigliere M5S Martino Tassano su un caso segnalato da una residente a Trigoso.

“Una semplice foto per raccontare il disagio di un intero condominio sito in via Gramsci a Sestri Levante, in prossimità della piccola stazione ferroviaria di Riva. Un disagio in termine economico continuo, disagio per il quale devono provvedere tutti i signori Condomini dello stabile in oggetto; uno dei tanti casi accomunabili ad altri casi segnalati nel Comprensorio di Sestri Levante, disagio causato in parte dall’inciviltà e in parte per colpa di un sistema che, con cognizione di causa, deve per forza essere migliorato. Sebbene il cittadino ogni giorno si appresta a differenziare e conferire in maniera adeguata il suo rifiuto, per colpa di chi abbandona in prossimità dei bidoni condominiali o all’intero di quest’ultimi, spesso e volentieri scattano le sanzioni a seguito dei controlli effettuati dagli operatori ambientali, con la conseguenza di un alto numero di multe elevate al Condominio di via Gramsci, tali da raggiungere cifre mensili pari o superiori all’importo di affitto d’un appartamento nella periferia Sestrina. Il caso portatomi all’attenzione dalla Signora Anna (che ringrazio per l’avermi contattato) è il classico caso ove si evincono le criticità del nostro sistema di conferimento dei rifiuti, criticità che non possono di certo essere debellate solo con l’emissione d’una infrazione e, nello specifico, infrazione elevata a un Condominio intero, in quanto il trasgressore per la maggiore e in casi come questi non è residente nel condominio ma arriva da altro luogo, visto anche la vicina presenza della stazione ferroviaria Rivana.
La Signora Anna ha inviato questa lunga email mesi or sono agli Enti preposti e ancor oggi è in attesa d’una risposta, benché i 30 giorni dall’invio di quest’ultima siano già trascorsi. Nulla di nuovo sotto il sole, fatti come questo sono accaduti e accadranno a tutti e, benché in modo esemplare tanti di noi si impegnino a conferire il rifiuto così come prescritto nel regolamento, si passa involontariamente dall’essere dei cittadini virtuosi in termini ambientali a vittime collettive del sistema, per causa e colpa di pochi. Però (e c’e’ un però), ingrandendo la fotografia si nota altresì che il bidone della plastica risulta essere senza chiavistello e, quindi, chiunque può inserirvi del rifiuto non conforme. Si può anche verificare che presso la stazione ferroviaria, nelle sue aree esterne, non è installato alcun bidoncino stradale e che ciò può solo incentivare il malintenzionato a depositare il rifiuto in casa d’altri o ad abbandonarlo per strada. L’Ente Comunale è dotato di telecamere ambientali mobili che, per la maggiore, vengono posizionate presso i punti critici del nostro comprensorio; il nuovo sistema di conferimento dei rifiuti grazie alla volontà di tutti i cittadini ha comportato al raggiungimento di una alta percentuale di materiale differenziato; tuttavia come relazionato anche nell’ultima Seduta Consiliare, continua a essere presente in ogni dove un elevato abbandono del rifiuto che, direttamente o indirettamente diventa un ulteriore costo per tutti noi e, nel caso specifico di questo post un costo per tutti i residenti del Condominio di via Gramsci. In settimana incontrerò le parti (Ente Comunale, Amministratore Condominiale e Privati Residenti) affinché venga individuata una soluzione definitiva al problema sollevato dalla Signora Anna, così come si trovi una soluzione a tutti i problemi legati all’abbandono dei rifiuti individuati e riscontrati sul nostro Comprensorio.”