Published On: Gio, Mag 2nd, 2019

Radio Radicale, il Consiglio Regionale ligure approva Odg a sostegno dell’emittente

Il Consiglio Regionale ha approvato quest’oggi, con 23 voti a favore e 4 astenuti, un ordine del giorno a sostegno di Radio Radicale proposto dal consigliere di Forza Italia Claudio Muzio e sottoscritto anche dal capogruppo Angelo Vaccarezza. Il documento impegna il presidente Giovanni Toti ad attivarsi presso il Governo affinché venga prorogato il vigente regime convenzionale in scadenza a maggio, consentendo così all’emittente di proseguire nella sua attività.

“In questo frangente della nostra vita politica e nell’attuale contesto della comunicazione – ha dichiarato Muzio presentando in aula l’ordine del giorno – la voce di Radio Radicale merita di continuare ad arrivare alle orecchie degli italiani, perché, come diceva Luigi Einaudi, maestro di liberalismo e di democrazia, e come riporta il motto dell’emittente, per deliberare occorre conoscere. E la conoscenza diretta ed approfondita dei fatti, che Radio Radicale veicola, è il miglior antidoto a tutte le distorsioni e a tutte le fake news che oggi, purtroppo, sembrano farla spesso da padrone nel campo dell’informazione e della politica”.

“Radio Radicale – ha proseguito il consigliere regionale di Forza Italia – è un esempio di realtà privata che svolge un prezioso servizio pubblico. Come riconosciuto dalla legge 230 del 1990, è una ‘impresa radiofonica che svolge attività di informazione di interesse generale’. Si tratta perciò di un patrimonio di tutti, che va salvaguardato. Ringrazio i colleghi consiglieri che hanno sottoscritto e votato il documento da me presentato”.

“Voglio dedicare l’approvazione di questo ordine del giorno – ha concluso Muzio – alla memoria di Massimo Bordin, storica voce di Radio Radicale da poco scomparsa, giornalista colto e raffinato che per tanti anni, con la sua rassegna stampa mattutina, ha offerto agli ascoltatori un’informazione intelligente ed approfondita sulle vicende della vita politica italiana”.  

Massimo Bordin