Published On: Lun, Ott 31st, 2016

Ragioni e torti del Si e del No: due incontri sul referendum a Sestri. Votare secondo intelligenza

Tra qualche settimana si voterà per il referendum, e finirà la canea dei tifosi delle proprie idee, spesso autoproclamati antirazzisti che però all’atto pratico sono dei gran dispregiatori dell’altro e delle sue idee.

La verità è molecolare, probabilistica e relativistica. Non è più come la cortina del Tempio di Salomone che divideva il Bene dal male in due aree precise. Non è più come negli anni ’70 del ‘900 quando ci si opponeva frontalmente a un “nemico”. Non è più il tempo delle avanguardie artistiche, dal Futurismo al 1968, quando l’arte era una guerra per annientare ed épater les bourgeois.
Non è con ciò che strnz, ignobili, e minus habens, sono spariti. E’ l’esatto opposto, è essere più realisti e liberali: gli ignobili sono ovunque.

Bisognerebbe votare secondo intelligenza, mettendo in gioco non le antipatie, ma le soluzioni migliori. O meglio, le meno peggiori.
Un incontro pubblico per il No si avrà alla sala della Lavagnina venerdi 4 novembre, ore 21. Partecipano tra gli altri l’ex giudice Fernanda Contri e Luca Pastorino.
Un incontro pubblico per il Sì avrà luogo a Sestri Levante lunedì 7 novembre p.v alle ore 17.30 presso l’ Hotel Grande Albergo in Via Vittorio Veneto 2, ore 17:30. Partecipano tra gli altri Giuseppe Pericu e Antonio Gozzi.

finito di litigare