Published On: Gio, Lug 20th, 2017

Rapallo, allo IAT presentato il nuovo “Touch Info Point” per il turismo comprensoriale

Dopo l’annuncio risalente allo scorso aprile è stato ufficialmente presentato oggi il nuovo “Touch Info Point” in dotazione all’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica (IAT) del Comune di Rapallo, nella sua nuova sede sul lungomare Vittorio Veneto. Il sistema informatico, confezionato in lingua italiana e inglese, permetterà a chi passa per il fronte mare rapallese di ricevere informazioni con servizio self service su una quantità di argomenti sensibili sia per il visitatore che per il residente: la Cooperativa Astra, artefice dell’installazione e della rete informatica alle spalle del progetto, ha infatti operato una vera e propria mappatura dei servizi rapallesi, una sorta di censimento delle attività presenti sul territorio fra cui ristoranti, negozi, alberghi, farmacie, musei, chiese, monumenti, parcheggi, uffici postali, banche, biblioteche e servizi d’emergenza.

E poi, ovviamente, notizie ed eventi. Il tutto connesso in rete: in questo modo, il turista interessato a una camera per passare la notte oppure a un tavolo per il pranzo potrà scorrere le opzioni disponibili fra alberghi e ristoranti con corredo di gallerie fotografiche, disponibilità, prezzi e informazioni stradali – a piedi, in automobile o con mezzi pubblici – grazie al collegamento a Google Maps. Il sistema permette inoltre di effettuare ricerche mirate specificando il raggio chilometrico entro il quale cercare un determinato tipo di servizio e, allargando i criteri di ricerca a distanze geografiche sufficientemente ampie, i turisti che passano per Rapallo potranno perciò usufruire di informazioni anche su altri Comuni del comprensorio: tutti gli Info Points curati da Astra – che vanta oltre 120 installazioni in luoghi turistici di prestigio fra cui gli Uffizi a Firenze e piazza dei Miracoli a Pisa – sono infatti connessi fra loro in un network nazionale, e il nuovo punto rapallese è quindi già in rete con quelli precedentemente allestiti a Portofino, Sestri Levante e Lavagna, così come lo sarà con quello in via d’installazione a Zoagli.

«Dotarsi di questo nuovo strumento è un segno importante per le nostre politiche di accoglienza turistica», ha dichiarato il sindaco Carlo Bagnasco; «la nostra Amministrazione ha sempre voluto una città più “smart e alla portata di tutti, e speriamo che questo sia un piccolo ma grande segnale per l’adozione di altri strumenti di questo tipo in futuro». Il primo cittadino ha ricordato le frequenti lamentele da parte della cittadinanza soprattutto sui social riguardo la grande difficoltà di trovare lo IAT aperto, nel periodo precedente al suo spostamento; rimostranze a quanto pare cessate nel corso degli ultimi diciotto mesi, grazie alla nuova location visibile e attrezzata. Bagnasco ha poi rammentato il proposito di dotare il Comune di un info point mobile, promessa che non sarà tuttavia possibile mantenere quest’anno dato che i fondi a disposizione sono stati reindirizzati verso l’acquisto di un nuovo veicolo per la Protezione Civile; il progetto sarà con ogni probabilità rivalutato al momento di stilare il bilancio comunale per il 2018, anno in cui, ha sottolineato il sindaco, il fronte turismo vedrà anche l’importante ristrutturazione di piazzale Molfino, punto d’accesso alla città per chi arriva via treno che sarà completamente reimmaginato e ridisegnato come un vero e proprio «piazzale dell’accoglienza turistica».

Decisamente soddisfatta l’assessore al Turismo Elisabetta Lai, e così pure Miriam Knoop, rappresentante della cooperativa genovese Dafne che gestisce lo IAT, che ha portato dati senza dubbio incoraggianti sull’attività dell’ufficio: dalla riapertura lo IAT ha accolto una media di 150 persone al giorno, soddisfacendo richieste di informazioni che da una stagione all’altra passano dal turismo escursionistico a quello più prettamente balneare dei mesi estivi; il flusso di “clienti” è stato affrontato anche grazie all’importante apporto del programma di alternanza scuola-lavoro istituito con gli studenti del liceo Da Vigo – alla presentazione è intervenuto anche il consigliere comunale Filippo Lasinio, incaricato all’Istruzione – che continuano a dare un contributo fondamentale imparando nel frattempo a conoscere i servizi offerti dal proprio territorio. Knoop si è detta particolarmente contenta del ruolo che l’Info Point avrà nel fornire informazioni ai turisti negli orari di chiusura dell’ufficio, dato che il touch screen – in vetro antisfondamento e con pellicola elettrosensibile, adatta anche all’uso con guanti nei mesi invernali – sarà a disposizione di tutti anche in orario serale, a serranda abbassata.

Anche al di fuori dei normali orari di attività dello IAT – 9-13 e poi 17-19 in estate – sarà quindi possibile restare aggiornati su quanto accade nelle strade di Rapallo, aspetto reso particolarmente importante dalla nuova posizione dell’ufficio: il turista che scelga di passare una serata sul lungomare, sede privilegiata degli eventi estivi, potrà informarsi facilmente e rapidamente sulla musica o sugli spettacoli che vedrà animare i palchi allestiti per gli oltre 130 appuntamenti dell’estate rapallese.