Published On: Gio, Ott 5th, 2017

Rapallo, dal Circolo della Pulce nuove proposte sulla ricollocazione del mercato settimanale

Dal Circolo della Pulce riceviamo il testo della seguente comunicazione oggi protocollata presso il Comune di Rapallo:

A  sottolineare quanto già protocollato in data 28 settembre scorso e confortati anche dalla condivisione della nostra ipotesi da parte dei commercianti ASCOM, comunichiamo le seguenti più precise osservazioni e suggerimenti:

– il “mercato” è certamente trasferibile nel parcheggio tra il campo Macera e la nuova chiesa e nel viale tra il campo e via della Libertà, senza interessare Piazza Cile;
– si perdono più o meno gli stessi posti di parcheggio che si perderebbero chiudendo passeggiata e park del Lido (oltre 200);
– si possono recuperare 28 parcheggi facendo parcheggiare lungo via della libertà tra il bivio e la Croce Bianca (la carreggiata è larga, per una mattina a settimana è ampiamente tollerabile);
– si possono recuperare 15 parcheggi lasciando parcheggiare (magari solo i residenti) nel parcheggio autobus di piazza Cile (il giovedì mattina gli eventuali autobus potrebbero scaricare dai Cavallini agevolando gli albergatori);
– il parcheggio del Lido lo si potrebbe lasciare gratuito nello stesso orario in cui sarebbe occupato dal mercato il parcheggio del Macera;
– altra possibilità per agevolare i residenti in zona,  è quella di annullare la zona disco il giovedì mattina nella fila di parcheggi di piazza Cile adiacente alla bocciofila e in via Mameli zona supermercati (tra via Trento e il bivio con via della Libertà).

Trattandosi di periodi di bassa stagione c’è ampia disponibilità di parcheggio lungo via Torino (lo si può constatare ogni  mattina), per cui il disagio sarebbe limitato. Inoltre la gratuità del parcheggio del Lido lo farebbe utilizzare dai (molti) automobilisti che scendono in centro per lavoro la mattina e a mezzogiorno tornano a casa (al ritorno al lavoro al pomeriggio avrebbero il parcheggio del Macera libero).

La viabilità non sarebbe alterata a differenza dei forti disagi che si avrebbero con la passeggiata chiusa e via Bolzano “mezza” chiusa, per i lavori sull’ascensore ferroviario, oppure chiudendo via Diaz e Via Gramsci.

Ovviamente bisognerà anche modificare il calendario di pulizia delle strade che prevede la pulizia di via Mameli in zona Macera proprio il giovedì mattina.

Auspichiamo che questa soluzione – che dimostrerebbe particolare attenzione, per chi vive ed opera non solo oltre la cinta ferroviaria, ma anche in corso Italia e corso Matteotti sempre e comunque molto penalizzati dalle chiusure della passeggiata mare, vuoi per eventi che lì si concentrano o per i prossimi lavori riguardanti il rifacimento della copertura del torrente S. Francesco (che qui ricordiamo durerà circa 10 mesi) – sia presa in seria considerazione da questa Amministrazione. Soluzione che, da quanto si è letto, accontenterebbe anche gli albergatori e i commercianti del centro storico e della passeggiata.