Published On: Mar, Nov 1st, 2016

Rapallo, Elisabetta Ricci interroga il sindaco sullo stato del Parco Canessa

Da Elisabetta Ricci, capogruppo del Circolo Via della Libertà 61 e consigliere di opposizione a Rapallo, riceviamo e pubblichiamo il testo della seguente interrogazione che sarà domani protocollata in Comune:

Oggetto: Interrogazione sulla situazione del parco pubblico cittadino “Parco Canessa”

Viste le mie interrogazioni sulla situazione dei parchi pubblici cittadini protocollate in data 26 luglio 2014 – 4 settembre 2014 – 13 febbraio 2015 – 26 luglio 2016;

Considerate le Vostre risposte in cui si comunicava che la Civica Amministrazione stava provvedendo a redigere un insieme articolato di attività volte alla programmazione di interventi diffusi sui parchi cittadini, con particolare attenzione alla dotazione ed al rinnovo delle attrezzature per i giochi dei bambini;

Considerata la Vostra risposta del 13 settembre 2016 (prot. 0047569) alla mia ultima interrogazione in cui segnalate che, per i giardini pubblici, l’ufficio ha avviato interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria finalizzati al mantenimento degli stessi al fine di procedere in economia diretta all’esecuzione delle opere di miglioramento delle aree. In particolare il parco Canessa è e sarà interessato a breve da lavori di riduzione e rimodulatura delle essenze vegetali esistenti, ripristino delle pavimentazioni, tinteggiatura delle cancellate, sostituzione dei giochi danneggiati.;

Considerate le segnalazioni da parte di residenti e turisti in merito allo stato del Parco Canessa (parco della Standa) in merito:

  • all’assenza di illuminazione
  • alla presenza di transenne che delimitano le aree in perenne manutenzione
  • allo stato di degrado in cui si trovano i bagni pubblici
  • al non rispetto delle norme inerenti il divieto di non fumare e bere alcolici

Si interroga

il Sindaco per sapere quali azioni l’Amministrazione intenda intraprendere al più presto per iniziare gli interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria di cui sopra per assicurare il decoro dei giardini pubblici, per evitare disagi ai cittadini che li frequentano e per garantire alla cittadinanza (in particolare alle famiglie e ai minori) la vivibilità degli spazi urbani.

Elisabetta Ricci

Elisabetta Ricci