Published On: Mar, Ago 1st, 2017

Rapallo, Fabio Tosi (M5S) interviene sull’ipotesi dragaggio: «Riutilizzo dei materiali oppure onere insostenibile»

Dal gruppo regionale del Movimento 5 Stelle riceviamo il seguente comunicato, a firma del capogruppo Fabio Tosi, relativo a uno dei temi trattati nel corso della seduta di Consiglio Comunale svoltasi a Rapallo nella nottata di ieri lunedì 31 luglio:

Ieri sera l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Rapallo ha proposto di eseguire il dragaggio del golfo. Una scelta doverosa su cui abbiamo già coinvolto la Regione, attraverso il dirigente del settore competente, il quale ha dato la massima disponibilità a trattare l’argomento.

Ora è opportuno partire da una seria analisi del materiale depositato sul fondo del golfo. Se il materiale fosse riutilizzabile, valutiamo l’idea di riutilizzarlo per il rifacimento del tratto pedonale del lungomare, che a breve sarà scoperchiato per la posa dei tubi del nuovo depuratore. In caso contrario, ci ritroveremmo di fronte a un rifiuto speciale da portare in discarica, con conseguente, pesante, aggravio di costi rispetto a un dragaggio già oneroso di suo. Costi che per il Comune di Rapallo diventerebbero a quel punto insostenibili.

Per completezza di cronaca dobbiamo segnalare che l’idea di un dragaggio del fondale del golfo antistante il fronte mare rapallese è stata avanzata dall’assessore Maini in via del tutto ipotetica, senza tempi precisi: difficile quindi che si possa rientrare in tempistiche tali da far avvenire l’operazione prima dell’inizio dei lavori sul lungomare stesso, il cui avvio è previsto per la fine del 2017.