Published On: Ven, Ago 26th, 2016

Rapallo, il 4 settembre c’è la “Domenica in Libertà”

Si è tenuta stamane nella sala consiliare del Comune di Rapallo la cerimonia di presentazione della 2ª edizione di “Domenica in Libertà”, manifestazione organizzata dal Circolo della Pulce che nella giornata di domenica 4 settembre (in caso di pioggia la domenica successiva) trasformerà dalle 10 alle 19 il centro storico rapallese in una grande isola pedonale di 10.000 metri quadrati.

Entusiasta del ritorno della manifestazione la “padrona di casa” del Circolo della Pulce Nadia Molinaris, che ha espresso i propri sentiti ringraziamenti per la «delega in bianco» data dall’Amministrazione rapallese per la realizzazione dell’evento: «Ogni volta non sappiamo come si evolverà il programma», ha spiegato, «e quello di quest’anno è consolidato da appena un paio di giorni, nonostante l’autorizzazione fosse arrivata con tre mesi di anticipo».

Grande novità di quest’anno la presenza, a fianco delle attività sportive rivolte soprattutto a bambini e ragazzi – cheerleading, arrampicata su parete artificiale, prove di calcio, pallavolo, tennis, arti marziali, golf e altro ancora –, di molte iniziative culturali. Prima fra tutte quella dei “Musei in Piazza”, progetto grazie al quale nelle piazze rapallesi saranno esposti pannelli fotografici a illustrare i più preziosi tesori delle collezioni museali cittadine, con particolare attenzione al Museo Gaffoglio, al Museo del Merletto e alla Biblioteca Internazionale.

«La “Domenica in Libertà” vuole essere una manifestazione per tutta la città», ha commentato il sindaco Carlo Bagnasco, «ma soprattutto per i nostri bambini, che torneranno a poter giocare in luoghi solitamente loro preclusi dal traffico. In un certo senso, è un modo di tornare ai cortili di una volta». Sentimento condiviso da Nadia Molinaris, che ha auspicato un consolidamento dell’evento come ricorrenza annuale in veste di «giornata rapallese per l’abbattimento delle barriere sia mentali che architettoniche».

L’evento è infatti non solo mosso da motivazioni ecologiche, bensì anche da una forte volontà di sensibilizzazione della cittadinanza alle necessità e alle problematiche dei diversamente abili. Ne ha discusso accoratamente la madrina della manifestazione Silvia Distefano, medico e atleta disabile campionessa nazionale di sci, reduce dai due ori vinti nel corso del 2016: «Per la sua conformazione perlopiù pianeggiante Rapallo è già più fortunata di Genova, città fra le meno fruibili per chi circola in carrozzina. Tuttavia chi parcheggia sui marciapiedi, o chi li ingombra con tavolini da bar o cassette poste davanti ai negozi ortofrutticoli, continua a rendere difficile la vita dei disabili che si ritrovano costretti a scendere in strada, infrangendo le regole, oppure a perdere molto tempo in attesa di un aiuto esterno», ha spiegato la Distefano.

«Dove c’è accessibilità non esiste il disabile», ha proseguito l’atleta; «Piena accessibilità significa annullare la differenza fra disabili e normodotati. Per far ciò è fondamentale educare i cittadini, e manifestazioni come la “Domenica in Libertà” sono ottime per insegnare soprattutto ai bambini a tenere a mente le diverse necessità di chi li circonda. Purtroppo i bambini spesso non sono educati in tal senso proprio dai genitori, dei quali raccolgono il cattivo esempio quando si tratta di rapportarsi a persone con disabilità».

Una problematica certamente sentita dall’Amministrazione: «Il problema dell’accessibilità ci sta molto a cuore», ha dichiarato il consigliere alla Sicurezza Walter Cardinali, «tant’è vero che stiamo attualmente lavorando per migliorare la situazione nelle aree più critiche, per sostenere la capacità di circolare tanto dei disabili in carrozzina quanto delle mamme con passeggino». «Presto saranno effettuati sulle scuole Antola importanti lavori di abbattimento delle barriere architettoniche», gli ha fatto eco il consigliere all’Istruzione Filippo Lasinio, il quale ha annunciato che il complesso scolastico diverrà futura sede di seggio elettorale per i cittadini affetti da disabilità. Lo stesso tipo di intervento, ha aggiunto, si verificherà anche sull’edificio della chiesa di San Francesco.

Fra le varie attività previste dalla manifestazione, anche un percorso guidato fra 13 botteghe della tradizione rapallese per esplorarne la storia, e nello stesso spirito di riscoperta della radici del territorio laboratori di agricoltura offerti dall’Istituto Marsano di Genova e, presso l’Oratorio dei Bianchi, una mostra di cappe e tabarri antichi con diversi pezzi mai prima d’ora esposti al pubblico. Inoltre, la Pro Loco Terraemare ha organizzato una mostra fotografica sui luoghi storici di Rapallo, frutto di un concorso che ha raccolto la partecipazione di una ventina di fotografi e fotoamatori locali; nel corso dell’esposizione saranno decretati i vincitori dell’iniziativa.

Tutti gli eventi della giornata, infine, saranno accompagnati da musica jazz a cura di artisti di strada selezionati dall’organizzazione.

Domenica in Libertà Rapallo 2016 (1) Domenica in Libertà Rapallo 2016 (2)

Domenica in Libertà Rapallo 2016 (3)

Silvia Distefano, Nadia Molinaris e il sindaco Carlo Bagnasco

Silvia Distefano, Nadia Molinaris e il sindaco Carlo Bagnasco

Silvia Distefano

Silvia Distefano

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>