Published On: Mar, Set 6th, 2016

Rapallo, il Consiglio Comunale del 5/09 (riassunto)

(In questo articolo la versione condensata della seduta. La cronaca in dettaglio: 123456)

Seduta di Consiglio Comunale al contempo infruttuosa ma insolitamente produttiva quella svoltasi dalle ore 21:10 di lunedì 5 settembre alle 1:10 del giorno successivo, nella consueta cornice della sala consiliare del Municipio di Rapallo. Il dibattito è stato preceduto dal rituale minuto di silenzio in memoria delle vittime del recente sisma abbattutosi sul centro Italia.

Appena tre gli argomenti discussi fra i sette all’ordine del giorno, a causa della richiesta avanzata dal consigliere di opposizione Armando Ezio Capurro di discutere per primo il punto originariamente al quinto posto in lista, ovvero la pratica di ampliamento dello stabilimento della società Rinaldi Petroli, sito in località San Pietro. Sono seguite quasi tre ore di accesa discussione sul tema, nel consueto balletto di accuse e rimbrotti tra un’opposizione particolarmente agguerrita – a Capurro e al capogruppo M5S Solari hanno dato man forte anche i colleghi Costa, Mele, Ricci e Tassara, non sempre così coinvolti nel dibattito – e una maggioranza piccata e sempre sulla difensiva ma evidentemente messa in allarme dai dati portati dagli oppositori, che hanno evidenziato forti elementi di incertezza nello stato della pratica.

Unica voce inamovibile, come di consueto, quella del sindaco Carlo Bagnasco, il quale si è categoricamente rifiutato di dar credito alle preoccupazioni della minoranza derubricando l’intera faccenda a qualcosa che non avrebbe neppure dovuto approdare in sede di Consiglio, essendo le decisioni su richieste di ampliamento di tal genere esclusiva prerogativa degli Uffici tecnici comunali – nella persona dell’ing. Giorgio Ottonello, a più riprese chiamato al banco dei testimoni o degli imputati, a seconda del momento. Nonostante la granitica convinzione del primo cittadino, la maggioranza ha finito col cedere ai dubbi avanzati dall’opposizione circa i reali interessi della società – Capurro ventila il rischio di una futura conversione a supermercato –, sul suo attuale stato di attività e soprattutto circa la sussistenza della pubblica utilità, fattore fondamentale per l’approvazione del progetto in questione. È stato quindi infine approvato un ordine del giorno a firma Capurro col quale la giunta si impegna a chiedere un nuovo parere legale, ricorrendo alla consulenza di un avvocato esterno al Comune, sulla legittimità della richiesta di ampliamento.

Secondo punto in discussione sono state le problematiche relative al Centro Rifiuti Tonnego, protagonista di una lunga lista di criticità e inadempienze segnalate dal consigliere Solari. Anche in tal caso la maggioranza si è chiusa in difesa, affidando a Eugenio Brasey il compito di negare qualsivoglia problema; nonostante ciò – forse per la semplicità della richiesta, più facile ad accogliersi piuttosto che proseguire a oltranza la discussione – è in breve stato approvato l’ordine del giorno presentato dal capogruppo 5 Stelle col quale la giunta si è impegnata a far compiere alla Polizia Municipale un nuovo sopralluogo entro i prossimi 3 giorni per verificare chi abbia ragione sullo stato delle cose.

Terzo e ultimo punto lo stato degli impianti sportivi rapallesi, con particolare enfasi sui lavori in corso sul campo Macera e sui progetti per l’area del Poggiolino. A causa di ritardi nell’inizio dei lavori, il Macera dovrebbe essere consegnato a operazioni ultimate intorno al 15-20 settembre, ha spiegato il consigliere incaricato allo sport Vittorio Pellerano: ciò crea un conflitto fra l’inizio della stagione di campionato e i tempi che sarebbero necessari per ottenere l’omologazione del campo, ma secondo il consigliere la FIGC dovrebbe essere disposta a emettere una deroga. La piscina del Poggiolino è invece ancora un progetto remoto, così come la realizzazione di un vero e proprio palazzetto dello sport per Rapallo.

Consiglio Comunale Rapallo 5.9.2016 (0)

Il minuto di silenzio in apertura di seduta

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>