Published On: Mar, Lug 19th, 2016

Rapallo, in dettaglio il Consiglio Comunale del 18/7 (3 di 6)

(Qui il riassunto dell’intera seduta, qui la parte precedente della cronaca in dettaglio.)

Il presidente Mentore Campodonico concede a questo punto 5 minuti a testa per presentare gli ordini del giorno sottoposti dall’opposizione. Capurro espone il primo fra i tre ODG proposti; Lasinio e Tasso fanno notare l’ambiguità e poca condivisibilità della proposta di Capurro, che prevede la contrarietà a priori a qualunque richiesta futura a prescindere dalle specifiche. Campodonico concorda sul fatto che la formulazione dell’ODG sia dubbia e poco condivisibile, suggerendo un emendamento che lo circoscriva alla sola questione odierna. Effettuata la correzione – una volta tanto consentita, in quanto non si è ancora in fase di dichiarazione di voto –, Mauro Mele è libero di illustrate il secondo e terzo ODG. Prima di esporre, Mele redarguisce Brasey per averlo accusato di politicizzare la discussione; procede poi a smentire i dati a suo dire errati su prezzi, problemi di viabilità e impatto sul commercio nell’area circostante, citando la generale soddisfazione per la presenza della Coop fra i residenti nel quartiere Sant’Anna. Si lancia inoltre in un’invettiva contro Solari, a propria volta “colpevole” di aver politicizzato il dibattito con interventi faziosi e fuori tema.

Si passa quindi alle dichiarazioni di voto omnibus sui tre ODG. Si prenota per primo Solari, che sottolinea l’impegno del Movimento 5 Stelle nel preservare il tessuto economico e sociale del territorio. «Non si pensi che M5S sia personalmente contraria alla Coop: siamo a priori contrari alla grande distribuzione», precisa. Si registra, a questo punto della discussione così come durante l’esposizione dei tre ordini del giorno, un diffuso disinteresse da parte dell’assemblea e del pubblico in sala nei confronti degli interventi in corso: evidentemente buona parte dei consiglieri è già convinta della propria opinione e non è interessata ad argomentazioni che espongano pareri opposti.

Interviene nuovamente Anna Baudino, che anticipa voto contrario agli ODG 1 e 2 in quanto, per legge, il Consiglio deve esprimersi sull’interesse collettivo rappresentato dalle richieste d’ampliamento. Poiché non è possibile esprimersi in merito senza che la pratica di ampliamento, nel suo dettaglio tecnico, sia stata esposta in sede consiliare, il consigliere Baudino ritiene che la discussione in corso e così pure l’ODG illustrato da Capurro siano privi di significato.

Campodonico cede temporaneamente la presidenza al consigliere Lasinio per poter esprimere la propria dichiarazione di voto, privilegio che non gli è concesso nel ruolo di presidente. Campodonico preannuncia voto contrario all’intera richiesta d’ampliamento e sollecita un’ampia discussione che valuti i dati urbanistici ed economici nel corso di una delle prossime sedute. Annuncia quindi il proprio voto favorevole all’ODG 1 presentato da Capurro, rallegrandosi per il suo «ravvedimento» e citando a propria volta gravi problemi di viabilità nel quartiere Sant’Anna. Prende la parola il consigliere Giorgio Tasso, puntando il dito contro prese di posizione immotivate senza aver prima analizzato e sviscerato la pratica; preannuncia voto negativo all’ODG 2, in quanto ritiene opportuno «prendersi più tempo per riflettere» e quindi rinviare a una data più lontana rispetto a quella della prossima convocazione, ma si esprime positivamente sull’ODG 3 relativo alla presentazione in sede separata della questione ampliamento e di quella sulla possibile apertura di supermercati a San Michele di Pagana.

Il segretario generale Ettore Monzù sottolinea il fatto che la questione è stata discussa nell’arco di mesi e per un totale di molte ore, configurando quindi la possibilità di esprimere opinioni non del tutto disinformate già adesso. Conclude la discussione il consigliere Paolo Buzzi: «Stasera abbiamo dato una buona lezione di democrazia; una maggioranza può avere elementi di dissonanza al proprio interno, ma il sindaco ha concesso piena libertà e autonomia». Il parere di Buzzi in termini di dichiarazioni di voto è coerente con quello di Campodonico, ovvero contrario alla proposta di ampliamento.

Si va quindi ai voti. Il primo ODG, che a questo punto non prevede più il pronunciamento negativo su qualsivoglia futura proposta di ampliamento o nuove aperture per la grande distribuzione, bensì un semplice “no” al solo ampliamento della Coop, è respinto con 8 voti contrari e 8 a favore. Di grande rilievo il fatto che il capogruppo PD Mauro Mele è l’unico membro dell’opposizione a votare contro l’ODG: se anche la sua posizione, come quella dei suoi colleghi di minoranza, fosse stata contraria all’ampliamento del supermercato, il Consiglio avrebbe formalizzato definitivamente la propria contrarietà all’operazione.

Il secondo ODG, che proponeva la discussione della pratica tecnica già nel corso della prossima seduta di Consiglio, viene bocciato con 15 contrari e un solo voto favorevole (quello del firmatario Mauro Mele). Respinto anche il terzo ODG sulla separazione della questione Coop da altre discussioni di carattere commerciale, nuovamente con una parità di 8 voti contrari e 8 a favore.

(Continua qui.)

Consiglio Comunale Rapallo 18.7.2016 (4)

Consiglio Comunale Rapallo 18.7.2016 (6)

Consiglio Comunale Rapallo 18.7.2016 (7)

Mauro Mele

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>