Published On: Mar, Giu 27th, 2017

Rapallo, in dettaglio il Consiglio del 26/6 (6 di 6): variazioni di bilancio

(Qui il riassunto dell’intera seduta. Qui la parte precedente della cronaca in dettaglio.)

Si passa alla pratica 3, variazioni al bilancio di previsione 2017-2019. L’assessore Ferrara dà il via a una cronistoria dei meriti delle Amministrazioni Campodonico e Costa sul piano finanziario, retroterra che ha contribuito alla virtuosità del Comune e quindi al definitivo sblocco dell’avanzo di bilancio. Esprime poi grande soddisfazione per l’operato degli Uffici e delle varie Ripartizioni, sottolineando come i risultati amministrativi derivino da grandi sforzi quotidiani, in particolare nel corso degli ultimi sei mesi.

Si procede all’illustrazione degli ulteriori lavori che saranno effettuati a partire da domani grazie all’approvazione odierna: 280.000 € i fondi di avanzo libero, che saranno destinati al finanziamento di incarichi professionali esterni per attività di progettazione straordinaria, realizzazione di studi e concorsi. Diversi gli interventi su immobili di proprietà del Comune, in particolare l’Istituto Comprensivo Rapallo (ex Giustiniani) che godrà di un nuovo impianto di riscaldamento, il liceo Da Vigo e il museo Gaffoglio. Poi diverse decine di migliaia di euro per manutenzioni cimiteriali e funivia, e qualche centinaio di migliaia per illuminazione dell’area minigolf e la sostituzione di mezzi operativi della ripartizione servizi pubblici (autoscale, autogru etc.). Per l’Anagrafe un nuovo armadio rotante ignifugo per lo stoccaggio e la preservazione della documentazione.

50.000 € per l’upgrade del server di videosorveglianza delle forze dell’ordine. 24.000 € per macchine traccialinee per la segnaletica orizzontale, e poi incremento di telecamere, nuovi mezzi per la Polizia stradale tra cui il già annunciato furgone/ufficio mobile, e diverse opere di manutenzione del verde pubblico. A breve un investimento di 25.000 € per la fornitura di carte d’identità elettroniche.

Costa: «Tutto bene per quanto riguarda le spese, ma per quanto riguarda il personale? Penso ad esempio al fatto che servirà qualcuno che gestisca le suddette macchinette traccialinee». Solari: «Non ho motivo di dubitare di quanto detto dall’assessore Ferrara, ma ribadisco per l’ennesima volta che finché non vedrò una specifica cartacea delle spese io non parteciperò a una di queste votazioni». Detto ciò, il capogruppo pentastellato abbandona l’aula.

Nel corso di un lungo intervento di Filippo Lasinio scocca l’una di notte e si propone quindi la prosecuzione circoscritta alle sole due pratiche di bilancio. Contrario solo Mele, per le motivazioni espresse a inizio seduta. Proseguendo nella discussione, lo stesso Mele denuncia a propria volta l’assenza di specifiche da parte della giunta: «Non ci mettete in condizione di esercitare il nostro ruolo di controllo», annuncia pertanto la propria astensione. Lasinio ribatte: «Stiamo solo votando una variazione di bilancio, è importante sapere da dove vengono i soldi, non lo specifico di ogni singolo investimento». Costa, dalle postazioni riservate al pubblico, lamenta privatamente la mancanza di trasparenza dell’intero processo.

Il sindaco Bagnasco precisa: «Grazie all’innovazione sull’illuminazione pubblica abbiamo risparmiato in pochi mesi 56.000 €». «Su 6 milioni di investimento» chiosa, sempre privatamente, Costa.

Si passa rapidamente al voto: astenuti i 4 consiglieri di opposizione ancora in aula, a favore la maggioranza.

La pratica 4, data l’ora tarda, è sottoposa a voto immediato: astenuta l’opposizione, a favore i restanti. La seduta è tolta alle ore 1:18.