Published On: Gio, Gen 12th, 2017

Rapallo, in un volume i cent’anni di ANMIG

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo:

Si intitola “Gli invalidi di guerra a Rapallo” ed è il titolo del libro redatto dalla Sezione rapallese dell’ANMIG (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra) in occasione del centenario di fondazione del sodalizio (avvenuta il 19 aprile 1917), che la Città di Rapallo ha celebrato questa mattina, nella sala consiliare del municipio.

Presenti il presidente nazionale ANMIG, Claudio Betti; il presidente onorario della sezione rapallese, Bernardo Traversaro; il presidente e la vice-presidente del sodalizio a Rapallo, Agostino Pendola e Anna Traversaro, figlia di Bernardo; Mariella Gerbi, ex consigliere comunale e da sempre vicina al mondo dell’associazionismo rapallese e all’ANMIG nel caso specifico. Gli esponenti del sodalizio hanno illustrato i punti salienti della storia dell’ANMIG a Rapallo e le tappe (in primis, la raccolta del corposo materiale serbato nella sede dell’associazione a partire dal 1919, quando era presidente Andrea Massoni) che hanno portato alla redazione del volume, donato nell’occasione agli alunni del liceo G. Da Vigo presenti alla cerimonia.

A fare gli onori di casa per conto dell’amministrazione comunale, il sindaco Carlo Bagnasco, il vicesindaco Pier Giorgio Brigati e il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico. Nei loro interventi, i rappresentanti del Comune di Rapallo hanno posto l’accento sull’importanza dell’attività intrapresa dai soci ANMIG per far sì che la memoria dei fatti storici accaduti non vada perduta e venga trasmessa alle nuove generazioni.

A tal proposito, al termine della cerimonia Agostino Pendola ha distribuito il volume realizzato da ANMIG-Rapallo ai giovani liceali.