Published On: Lun, Giu 26th, 2017

Rapallo, M5S: «Via dalla bolletta dell’acqua l’indebita quota di depurazione, Bagnasco non si nasconda»

Dal gruppo regionale del Movimento 5 Stelle, a nome del capogruppo Fabio Tosi e del consigliere rapallese Giovanni Federico Solari, riceviamo il seguente comunicato:

In seguito alla maxi causa sulla depurazione dell’acqua, la Giunta comunale prenda una posizione chiara e netta dalla parte dei cittadini, senza nascondersi dietro a un dito. E lo stesso ci aspettiamo dal sindaco Bagnasco in qualità di componente del Consiglio della Città Metropolitana.

Esattamente un anno fa il Consiglio comunale di Rapallo ha votato a favore a un Ordine del giorno del MoVimento 5 Stelle per il rimborso della quota non dovuta sulla bolletta dell’acqua. Da allora abbiamo assistito a un silenzio assordante, che ha costretto i cittadini ad intraprendere una strada legale in solitaria, senza alcun appoggio da parte delle istituzioni, che invece dovrebbero fare gli interessi esclusivi dei cittadini.

In attesa di capire gli sviluppi della causa collettiva, a cui va il massimo sostegno da parte del M5S Liguria e Rapallo, sindaco e Giunta si assumano la responsabilità politica della vicenda eliminando la quota della depurazione non dovuta a causa del mancato rispetto delle normative. C’è in gioco la credibilità dell’amministrazione, che ha tra i suoi esponenti anche l’amministratore condominiale Arduino Maini: sarebbe quantomeno assurdo se, in qualità di amministratore, decidesse di portare avanti la causa a tutela dei suoi condomini e non facesse altrettanto, nel ruolo di assessore, a difesa dei cittadini che rappresenta.