Published On: Gio, Gen 28th, 2016

Rapallo, Mustorgi: «potenziare il Primo Intervento del Nostra Signora di Montallegro»

Da Fabio Mustorgi, presidente della Croce Bianca di Rapallo, riceviamo e pubblichiamo:

Cinque anni fa il primo paziente entrava nel nuovo Ospedale di Rapallo “Nostra Signora di Montallegro”.
Occorre fare un passo indietro per ricordare brevemente cosa è accaduto nel nostro territorio. A seguito della riqualificazione della rete ospedaliera e alla riorganizzazione delle USL in ASL della Liguria si sono progressivamente soppressi i presidi ospedalieri di Camogli, di Recco, di S. Margherita Ligure, di Rapallo e di Chiavari.
La vecchia USL 17 è confluita sino al monte di Portofino nella ASL 3 Genovese e da Portofino a Zoagli nella nuova ASL 4 Chiavarese. Dopo un lungo periodo caratterizzato dalle chiusure si è arrivati finalmente a pensare ad una sanità adeguata al futuro partendo dalle fondamentali esigenze dei pazienti e dando una prospettiva di efficienza a medio lungo termine. Lavagna struttura ospedaliera di riferimento caratterizzata dalla presenza del DEA di primo livello ancora oggi ospitato in spazi evidentemente inadeguati. Sestri Levante e Rapallo poli Ospedalieri ospitanti i reparti e le strutture ambulatoriali per servizi e ricoveri d’elezione.

Rapallo era stato progettato e realizzato per diventare polo ad alta specialità cardio chirurgica, le scelte della regione Liguria tramite l’ex assessore Montaldo hanno poi cambiato questa destinazione a favore dell’ortopedia protesica.
Sono passati cinque anni e l’ospedale di Rapallo tutti i giorni testimonia efficienza, spazi adeguati, cortesia, tutte doti necessarie per avere un ospedale a misura di malato. Per il futuro ci aspettiamo un rafforzamento del Primo Intervento trasformato in Pronto Soccorso almeno per i codici verdi indispensabile a risolvere problemi di sovraffollamento spesso presenti su Lavagna, circa i reparti saranno i tecnici a stabilire quali sono le scelte migliori, per parte nostra auspichiamo che ci siano servizi sempre più adeguati e un numero di posti letto sufficiente ad evitare dimissioni frettolose con conseguenti ricoveri reiterati.”

Il nuovo ospedale di Rapallo, aperto nel 2010

Il nuovo ospedale di Rapallo, aperto nel 2010

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>