Published On: Lun, Apr 24th, 2017

Rapallo, rifacimento in vista per il lungomare Vittorio Veneto

Il succo della notizia era già noto da tempo: i lavori per la realizzazione del tanto atteso depuratore rapallese e della nuova copertura del torrente San Francesco, entrambi cantieri dal forte impatto sul centro cittadino, richiederanno la sostituzione di parte delle tubazioni nella piazza del “Polipo” (piazza Giovanni Battista Pastene) e sull’intero lungomare Vittorio Veneto, area che sarà con ogni probabilità chiusa al traffico a partire dall’autunno 2017 per un periodo di tempo piuttosto prolungato, prima che – al termine di tale primo stralcio di lavori – la stessa sorte tocchi a corso Assereto.

Oggi, la novità: pare infatti che il Comune di Rapallo approfitterà della chiusura del lungomare per rinnovarne la copertura sul lato mare. Quel camminamento in asfalto rosso, tutto crepe e rattoppi, che tanto mal si sposa all’artistico piastrellato del lato strada, e che soprattutto in corrispondenza delle zone in cui il frangiflutti di scogli risulta più basso e sguarnito presenta evidenti segni di corrosione a causa dell’abbattersi delle onde sul lungomare. Una situazione che da anni risulta particolarmente incresciosa, e che sebbene non presenti alcun problema pratico certamente non fa una bella pubblicità a quello che dovrebbe di diritto essere uno dei fronti mare simbolo della Riviera di Levante.

Rinnovamento in vista, quindi, anche se per i dettagli occorrerà attendere una conferenza stampa sul tema. Allo stato attuale delle cose è prudente aspettarsi un semplice rifacimento della copertura attuale, piuttosto che un ampio progetto di reinvenzione del lungomare rapallese, di cui ci sarebbe pur bisogno. Chissà che in futuro non si riesca a immaginare una passeggiata più elegante e magari “estesa” su entrambi i lati, inglobando in un progetto di riqualificazione sia il tratto a ovest (dalla spiaggia dei Cavallini al ponte di piazza IV Novembre) che quello a est (dal Castello sul Mare al Parco Casale), aree dominate dagli stabilimenti balneari. Per il momento, pare che si stia ventilando un possibile allargamento verso il mare della passeggiata all’altezza dell’hotel Italia.

Di certo l’intervento appena annunciato è un segnale positivo, così come lo era stato lo scorso anno la sostituzione di parte dei parapetti divorati dalla ruggine nel corso degli anni. La strada per un fronte mare moderno e accogliente è ancora lunga, ma chissà che non ci si possa arrivare, un passo alla volta.