Published On: Gio, Gen 14th, 2016

Rapallo verso il divieto balneare permanente?

Sembra essere finalmente arrivato il momento della prova del nove per il fronte mare di Rapallo, ormai da anni maglia nera del Tigullio per qualità delle acque. Se le aree periferiche di Villa Tigullio e San Michele di Pagana risultano infatti regolarmente classificate come “eccellenti” a fronte dei prelievi effettuati dagli enti competenti (con buona pace di chi fa notare che tale aggettivo andrebbe riservato ad atolli tropicali e luoghi di ben altra caratura), le zone più centrali dell’insenatura rapallese soffrono giudizi assai più negativi.

Ci si riferisce nello specifico alla spiaggia adiacente all’antico Castello sul mare, giunta a strappare un mero “sufficiente” nell’ultimo rilevamento, e in modo particolare all’ampia zona Lido, la cui qualità delle acque è risultata per quattro anni classificata come “scarsa” e pertanto sotto il limite minimo; qualifica insoddisfacente per il Decreto Legislativo 116/2008, il quale impone a Regioni e Province autonome di assicurare qualità dell’acqua marina almeno sufficiente in ogni sito entro il termine della stagione balneare prevedendo un divieto permanente (e irrevocabile) di balneazione per i siti con cinque bocciature.

Alto rischio quindi per uno dei maggiori siti balneari rapallesi, per il quale una quinta bocciatura al termine della stagione estiva 2016 segnerebbe il termine definitivo dell’attività natatoria. Il blocco alla balneazione era stato paventato già nella prima metà del 2015, prima che una smentita rettificasse l’esito dei prelievi per la stagione 2012 da “scarso” a “buono” allontanando quindi di un altro anno il traguardo della quinta insufficienza.

Molteplici gli interventi in calendario tesi a scongiurare tale esito secondo il sindaco Carlo Bagnasco, che ventila oltre all’attivazione del discusso depuratore un dragaggio straordinario del fronte mare e della foce del Boate per rimuovere sedimenti e detriti il cui accumulo, oltre a provocare disagi alle imbarcazioni a causa dell’innalzamento dei fondali, potrebbe contribuire alla cattiva qualità delle acque.

Il Lido di Rapallo a rischio divieto

Il Lido di Rapallo a rischio divieto

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>