Published On: Mar, Mag 8th, 2018

Rapallo, Zoagli e il nuovo appalto per la nettezza urbana: in settimana il responso del TAR sulla sospensiva richiesta dall’ex Aimeri

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo il seguente comunicato:

Aggiornamenti in merito alla gara d’appalto sul servizio di nettezza urbana nei Comuni di Rapallo e Zoagli. A comunicarli sono il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco e l’assessore ai Lavori Pubblici e alla gestione del Ciclo dei rifiuti Arduino Maini.

Entro la fine della settimana in corso, è atteso il pronunciamento del Tar in merito alla sospensiva richiesta dall’impresa Energetika Ambiente sull’affidamento del servizio al RTI (Raggruppamento Temporaneo di Imprese) Aprica SpaGruppo A2A – Solco Brescia Consorzio Cooperative Sociali, che si è aggiudicato la gara d’appalto indetta dalla SUAR, Stazione Unica Appaltante Regionale.

«Siamo in un momento cruciale – sottolinea Maini – L’iter, molto lungo, è iniziato due anni fa con la procedura di preparazione del bando, consegnato un anno fa alla stazione appaltante regionale con tutta la documentazione necessaria alla pubblicazione dello stesso. Qualche mese fa ci è stato comunicato il nome del vincitore, tuttavia il secondo classificato (i partecipanti alla gara d’appalto erano due) ha presentato ricorso al Tar, il quale entro il fine settimana dovrebbe esprimersi in merito all’eventuale concessione della sospensiva. Se ciò non avvenisse, continueremo a portare avanti i contatti con il Raggruppamento Temporaneo di Imprese che si è aggiudicato l’appalto per predisporre il piano operativo del servizio».

Piano che, come sottolinea ancora Maini, prevede parecchie novità: tra queste, il rinnovo di tutti i mezzi e le apparecchiature tecniche, la fornitura di mezzi specializzati per la pulizia dei marciapiedi, la fornitura di cassonetti ad apertura con scheda per evitare il conferimento dei rifiuti in maniera impropria. Ancora, la presenza sul territorio di quattro steward con mansioni di controllo, un punto informativo rivolto ai cittadini per illustrare le corrette modalità di raccolta differenziata, l’installazione di nuove telecamere per contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti ingombranti. Importante, lo scorporamento del costo del servizio da quello di discarica: con il nuovo appalto, quest’ultimo sarà a carico della ditta appaltatrice per una maggiore attenzione nel conferimento dei rifiuti e, di conseguenza, una riduzione del quantitativo di materiale da inviare in discarica.