Published On: Lun, Feb 6th, 2012

Rapporti di stima tra Sel e Antonella Cerchi

Raffaella Cecconi

Sinistra Ecologia e Libertà sostiene con convinzione la candidatura di Antonella Cerchi a sindaco di Rapallo” è quanto a soli tre giorni dalla conferenza stampa della coalizione di centrosinistra ribadisce il Sel attraverso un comunicato.

Ci pare che Antonella rappresenti una novita rilevante fra le proposte oggi presenti sulla scena. E’ una donna, preparata, determinata e con le idee chiare, cui preme quanto a noi di rompere la cappa di inerzia e di declino sotto cui la nostra città sta soffocando. “A dimostrazione di ciò, è bastato accennare ad una cultura del favore e non del diritto, della clientela e non della partecipazione, così evidenti in città, per scatenare la reazione indignata della maggioranza, compreso un assessore alla viabilità noto ai più per non essere nemmeno in grado di scrivere i cartelli stradali“.

Ad Antonella interessa, come a noi, dare voce a una parte della città che non trova spazio nè rappresentanza nel consiglio comunale e nella vita politica di Rapallo; che ci propone un progetto politico di ampio respiro, che va oltre il breve tempo della campagna elettorale; e che ci permetterà di mettere in campo, durante la campagna elettorale, quelle attività di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini nella costruzione di programmi e proposte a cui teniamo particolarmente.

E’ una donna che ha dimostrato, nella sua vita, come anche a Rapallo sia possibile costruire, e che per questo rappresenta l’alternativa più credibile a chi ha governato questa città, badando esclusivamente alla gestione dei propri interessi e lasciando che nel frattempo Rapallo scivolasse nel più completo immobilismo.

E’ una donna, inoltre, che con la sua presenza rompe quelle incrostazioni di micro-potere che hanno caratterizzato la sinistra rapallese degli ultimi anni, e che l’hanno portata ad essere sostanzialmente assente dalla scena cittadina: non sorprende che, ormai quotidianamente, i protagonisti di quella triste stagione, incapaci a tutto quando hanno avuto la possibilità di guidare i loro partiti, riemergano dall’ombra per spargere veleno con tutti i mezzi. Li vedremmo bene tutti uniti in un bel “Listone del livore”: non avrebbero molti voti, ma per le candidature ci sarebbe da prendere il numero come dal salumiere.

Il nostro partito nato da poco, e a Rapallo muove i suoi primi passi; ma intendiamo essere i portavoce di una sinistra nuova, radicale nei suoi contenuti ma non declamatoria e demagogica; che legge e interpreta il proprio tempo, e non si attarda a disquisire le questioni di un secolo fa.

Ci presentiamo con il nostro simbolo, il simbolo di un partito politico, perchè crediamo che sia ora di ridare voce alla buona politica, e di finirla con l’antipolitica distruttiva che oggi deborda.

Siamo convinti che ogni cittadino che si impegna sulla scena pubblica della propria città svolga un azione positiva, qualunque sia la forma del suo impegno. Ma non abbiamo complessi di inferiorità nei confronti delle liste civiche, perché crediamo che ognuno di noi vada giudicato per ciò che propone e fa, e non c’è nessuno autorizzato a ritenersi eticamente superiore.

Crediamo che le questioni che deve affrontare un’amministrazione comunale siano talmente complesse da richiedere una visione più ampia, e che nulla si possa fare se non si ha la capacità di alzare lo sguardo dal selciato di Piazza Cavour.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>