Published On: Dom, Apr 2nd, 2017

Rea Palus Race 2017, tutti i premiati della seconda giornata

(Qui la galleria fotografica dell’evento.)

Seconda giornata piuttosto sfortunata per l’edizione 2017 della “Rea Palus Race”, l’evento sportivo nato lo scorso anno e il cui successo si è misurato senza dubbio nel numero di atleti attratti dai due giorni di questa seconda edizione. Circa 360 gli iscritti totali, fra professionisti, amatori e gruppi sportivi provenienti in gran parte dal Nord Italia, per contendersi la vittoria su un percorso ampliato rispetto a quello della cosiddetta “edizione zero”: venti in tutto gli ostacoli da affrontare nel tratto fra la spiaggia del lido e l’antico Castello sul mare, poi un’ardua salita lungo le mulattiere fino a raggiungere il Santuario di Montallegro – traguardo della scorsa edizione – e poi ancora il ritorno al punto di partenza, una discesa tutt’altro che confortevole.

Campione assoluto della giornata il franco-svizzero Grégoire Rezzonico, già campione mondiale in carica di corsa su circuito a ostacoli per la categoria under 29: suo il miglior tempo complessivo, un impressionante record di 55 minuti e 58 secondi sul percorso totale, con un parziale alla tappa del Santuario che eguagliava il risultato ottenuto lo scorso anno dal vincitore 2016 Alessio Carmignani. Il campione uscente – che nel Rea Palus Warrior di ieri aveva prevalso su Rezzonico, pur senza aggiudicarsi la vittoria finale – si è dovuto accontentare dell’argento, con un tempo totale di 1 ora, 5 secondi e 5 centesimi; si è però aggiudicato anche il “Gran Premio dell’Ostacolo”, avendo conquistato il miglior tempo parziale sul solo tratto dalla partenza al Castello. Terzo classificato Stefano Privìno, volto noto degli eventi podistici liguri.

Nella categoria femminile il primo gradino del podio è andato a Federica Pedrani, con un tempo di 1 ora, 26 minuti e 40 secondi; seconda Giada Gelonese, terza Nina Emelianova. I premi per la categoria a squadre sono invece stati consegnati a Team Warrior Race Italia, ai campioni uscenti 2016 del Tempio della Salute e a SHB Team. Il “Gran Premio della Montagna” per il miglior tempo nella sola salita lungo i sentieri di Montallegro è andato ad Alessia Sacco, prima arrivata nella categoria femminile, vista l’assenza del campione “in contumacia” Grégoire Rezzonico rientrato di fretta in Svizzera per ragioni di lavoro.

Nel complesso un’edizione segnata dall’entusiasmo di organizzatori e partecipanti, anche se funestata da diversi imprevisti. Per cominciare, un’ora e mezza di ritardo sulla partenza della corsa, inizialmente prevista per le 11 del mattino: il motivo la necessità di intervenire sugli ostacoli, danneggiati in parte dalla mareggiata causata dal maltempo notturno e in parte da atti di vandalismo. Ritardi che hanno avuto un impatto negativo sugli atleti – la cui fase di riscaldamento ha dovuto protrarsi indefinitamente – e sul pubblico, che già ridotto dalle avverse previsioni meteorologiche si è disperso anzitempo visto l’incombere dell’ora del pranzo. E poi gli imprevisti legati al passaggio delle comitive di turisti diretti all’imbarco traghetti, che per raggiungere il molo hanno dovuto tagliare la strada alle batterie di atleti.

Se il pubblico era meno numeroso che nell’annata passata non mancano comunque le ragioni per lodare l’iniziativa, che nella somma delle due giornate ha senza dubbio ottenuto un buon risultato e pare ben avviata a un futuro di fidelizzazione. L’appuntamento è per il prossimo anno, si auspica con migliori condizioni meteo.

Grégoire Rezzonico, vincitore assoluto della corsa

Alessio Carmignani, secondo classificato uomini e Gran Premio dell’Ostacolo

Stefano Privino, terzo classificato uomini

Federica Pedrani, prima classificata donne

Giada Gelonese, seconda classificata donne

Nina Emelianova, terza classificata donne

Team Warrior Race Italia, primi classificati categoria squadre

Tempio della Salute, secondi classificati categoria squadre

SHB Team, terzi classificati categoria squadre

Alessia Sacco, vincitrice del Gran Premio della Montagna