Published On: Lun, Set 2nd, 2019

Recco: stop ai padroni di cani che non puliscono. A Sestri proteste per latrati, sporcizia e raid di piccoli teppisti

A Recco si è attivata una task force della polizia municipale per punire e sanzionare i padroni di cani che lasciano le deiezioni canine lungo strade e marciapiedi, soprattutto nella periferia, dove i controlli sono stati meno accurati rispetto alla zona mare e al centro.

A Sestri Levante invece abbiamo avuto molte segnalazioni di cittadini sulle deiezioni e i latrati che ormai ricoprono la Bimare per 24 ore al giorno, “deliziando” residenti e turisti, soprattutto d’estate quando si devono tenere le finestre aperte.
Un altro punto dolente riguarda la mancanza di indicazioni sulla necessità di usare bottigliette d’acqua per pulire la pipì dei cani (a Santa Margherita ligure il Comune ha consegnato ai padroni di animali domestici un kit con sabbia per gatti, borraccia per pulire la pipì dei cani e indicazioni generali).
Alcuni residenti poi ci hanno segnalato la sparizione dei cestini di conferimento rifiuti… “Non si capisce per quale motivo siano stati eliminati dal centro storico…”
Il problema è che -non essendoci sufficienti cestini- i sempre più numerosi (e stressati) padroni di cani si ritrovano a raccogliere correttamente le cacchine di Bobby o Fuffy con gli appositi sacchettini, mentre poi “devono” rilasciarle (soprattutto i turisti) sui marciapiedi di Sestri Levante, per non doversele portare in mano nel corso dello shopping o di una passeggiata. Con conseguenze paradossali: cacche raccolte nel sacchettino, ma abbandonate nelle strade.

C’è però un’altra spiegazione rispetto alla sparizione dei cestini, almeno in periferia.
Il parco Sterza, inaugurato nel marzo 2017, è un’ottima soluzione per aggregare i pensionati, le madri, i bambini del quartiere Pila di Sestri.
Di recente sono state introdotte migliorie: un gazebo, una casetta, fioriere etc.

Purtroppo vi sono problemi con una banda di ragazzi “non del posto”, i quali hanno già rotto fioriere, reti e altro. Il Comune ha provveduto a installare altre telecamere, ma queste non servono troppo se, nel corso della passata settimana e in pieno giorno un gruppo di ragazzi ha fatto un’incursione nel parco, tra anziane e bambini, rompendo il gazebo, sfasciando le fioriere, rompendo bottiglie e reti di recinzione.
Sono piccoli problemi quotidiani cui nessuno più riesce a venire a capo. Intanto i rumori molesti si sommano ai danneggiamenti.
Proprio riguardo ai danneggiamenti, sempre a Pila, ci dicono che i cestini dei rifiuti sono una preda ambìta dai giovani teppistelli, i quali li sfasciano e li buttano per terra.
Sarebbe questa la ragione della mancanza di cestini, almeno nel quartiere di Pila.
Tornando alla questione della cattiva gestione dei cani da parte dei loro padroni, a parte i latrati continui, ci dicono che nel quartiere si vedono meno deiezioni solo perché i padroni -soprattutto quando escono di notte- usano le aiole dei parchi e dei giardinetti come water per i loro cani.

Parco Sterza