Published On: Ven, Mag 19th, 2017

“Red Carpet” dei record, i sindaci si riuniranno domani sulla questione manutenzione

È senza dubbio stato un grande successo di visibilità turistica quello del “Red Carpet” allestito fra Rapallo e Portofino in occasione dell’inaugurazione del marciapiede sulla via Pagana, opera pubblica attesa da svariati decenni e rapidamente divenuta il fiore all’occhiello della giunta rapallese guidata da Carlo Bagnasco. L’indiscutibile successo della passeggiata è riscontrabile ancora in questi giorni, a tre settimane dalla “Camminata di Primavera” inaugurale: il traffico di turisti e residenti che scelgono di affrontare a piedi il percorso fra le due località, lo si constata a occhio nudo, è certamente maggiore rispetto agli anni scorsi.

Non stupisce perciò la decisione di lasciare il tappeto rosso dei record lì dov’è, benché il suo stato di conservazione cominci già a cedere: parti annerite dal passaggio dei pedoni, usurate da quello dei veicoli a motore – o direttamente rimosse per lasciar loro libero il passaggio, soprattutto in corrispondenza degli ingressi ai grandi alberghi del litorale –, consumate dal maltempo o sporcate da deiezioni canine. Certo non è semplice mantenere immacolato un percorso di più di otto chilometri, e in questi giorni non mancano gli appelli a un maggiore impegno per la manutenzione anche da parte della stampa, a fronte dell’evidente ritorno turistico.

A tal proposito riceviamo dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo il seguente comunicato redatto in sede congiunta dai sindaci di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino:

Un successo senza precedenti che va mantenuto, valorizzato, potenziato. È questa la linea su cui si stanno muovendo Carlo Bagnasco, Paolo Donadoni e Matteo Viacava (rispettivamente sindaco di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino) in merito al Red Carpet più lungo del mondo, il tappeto rosso che collega la città ruentina alla celebre piazzetta di Portofino passando da Santa Margherita e che, dal 29 aprile – giorno in cui si è svolta la Camminata di Primavera – ad oggi ha fatto registrare un record non solo per la lunghezza da Guinness dei primati, ma anche per il numero di persone accorse per percorrerlo a piedi.

Domani, sabato 20 maggio, i tre primi cittadini – riunitisi questa mattina presso il municipio rapallese – prenderanno la decisione ufficiale in merito al mantenimento del Red Carpet, con riferimento ad aspetti quali manutenzione, pulizia, sostituzione delle parti usurate.

«Ci prefiggiamo assieme questo obiettivo a fronte di un successo straordinario in termini di affluenza turistica sul territorio – sottolineano il tre sindaci – Riceviamo quasi ogni giorno messaggi da parte di persone o gruppi di persone provenienti da tutto il mondo che chiedono informazioni in merito al Red Carpet. Si percepisce anche una diminuzione del traffico veicolare sulla litoranea, è indice che non solo gli ospiti ma anche tanti cittadini, nell’ultimo periodo, scelgano di spostarsi a piedi anziché con un mezzo di locomozione. Un segnale positivo in termini di rispetto dell’ambiente e perché no, di migliorare il benessere psico-fisico».

Si ricorda e si sottolinea che l’installazione del Red Carpet più lungo del mondo, così come la prosecuzione dell’iniziativa, sono state e sono fortemente volute (oltre che dai Comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino) dalla Regione Liguria, con particolare riferimento al Presidente Giovanni Toti, che in prima persona ha promosso l’evento dello scorso 29 aprile targato #lamialiguria.

Il Red Carpet potrebbe quindi aver vita ancora lunga, almeno per la durata della stagione estiva. D’altra parte, il lungomare di Rapallo che fa da punto di partenza per la lunga “passerella” del Tigullio dovrà chiudere con l’approssimarsi dell’anno nuovo per permetterne il rifacimento, altra opera che si preannuncia foriera di grande visibilità turistica.