Published On: Gio, Lug 6th, 2017

Red Carpet, le repliche sui dati turistici. Berrino: «A maggio calo fisiologico, dati di giugno positivi». Bagnasco: «Successo sotto gli occhi di tutti»

Com’era prevedibile è stata una giornata di polemiche dopo la riapertura del caso Red Carpet a opera del capogruppo M5S in Regione Fabio Tosi, stavolta sulla base dei dati di affluenza turistica diffusi per il mese di maggio dall’Osservatorio regionale. Grandi dibattiti fra cittadini soprattutto sulle piattaforme social, ma nelle scorse ore hanno cominciato a comparire anche le prime repliche ufficiali da parte di membri della “parte avversa”, in questo caso le Amministrazioni – sia quelle locali che quella regionale – coinvolte in prima persona nella realizzazione dell’evento di aprile.

Gianni Berrino, assessore regionale al Turismo, ribatte alle affermazioni di Tosi:

Ricordo che sono state le amministrazioni comunali e gli operatori turistico-commerciali di Rapallo, Santa Margherita e Portofino a chiedere il prolungamento fino a settembre dell’iniziativa. Dimostrazione evidente del successo del red carpet, che continua ad attrarre visitatori e frequentatori locali con ricadute positive per le attività dei tre Comuni del comprensorio

I primi dati di giugno parlano di un aumento dell’oltre 10% delle presenze nei tre Comuni rispetto allo stesso mese del 2016. In particolare, Rapallo ha visto una crescita di poco meno del 7% e Santa Margherita di quasi il 15%. Percentuali importanti visto che parliamo di località tradizionalmente già molto frequentate. Il calo di maggio, come ammette anche Tosi, è da ricondurre a un trend regionale, fisiologico, dopo il boom di aprile.

Di seguito invece la replica di Carlo Bagnasco, primo cittadino rapallese:

Respingo al mittente la supposizione che il red carpet non abbia avuto il successo che è sotto gli occhi di tutti. E ha portato il nome del Tigullio in tutto il mondo. I numeri dei social dicono chiaramente che sulla promozione del territorio abbiamo battuto perfino colossi come Ikea e Wolkswagen; siamo arrivati secondi in Italia solo alla Lombardia. Sfido sempre Tosi ad ascoltare gli operatori che ruotano attorno al mondo del red carpet e trovare chi si dice contrario al tappeto. Doverosa è anche una risposta sui costi, ribadendo l’assoluta gratuità dell’operazione per i Comuni.

Mi soffermo piuttosto sul fatto che il tappeto è costato quanto lui in quattro mesi e sono sicuro, ci fosse un referendum, che la gente gli preferirebbe il tappeto. Le partite si giudicano al fischio finale; ad oggi non abbiano giocato neppure il primo tempo. Rivolgo ancora una volta un grazie al presidente Giovanni Toti che ha contribuito al grandissimo successo del rilancio del Tigullio.