Published On: Mar, Feb 7th, 2017

Regione Liguria: nessun allarme sulle carni bio della val di Vara

Nel corso del Consiglio di Regione Liguria svoltosi questa mattina a Genova, Giovanni De Paoli (Lega Nord Liguria-Salvini) con un’interrogazione ha ricordato che, da recenti articoli di stampa, è emersa la potenziale presenza di due isotopi radioattivi (stronzio 90 e potassio 40) nel foraggio di alcuni allevamenti bovini nell’entroterra spezzino. In un ’azienda zootecnica – ha aggiunto –  a titolo preventivo, sono già stati abbattuti due animali e altri sono stati posti in stato di isolamento. Quest’azienda si trova nel cuore del Biodistretto della Val di Vara e, per tale ragione, «Un’eventuale contaminazione degli allevamenti procurerebbe un gravissimo danno socio-economico all’intera provincia spezzina». De Paoli, ha evidenziato che i controlli effettuati dalla ASL 5 hanno assicurato fino ad oggi l’assoluta sicurezza delle carni degli allevamenti del Biodistretto della Val di Vara, rimarcando che la qualità e la sicurezza delle aziende zootecniche della provincia della Spezia «sono sempre state un’eccellenza del comparto agroalimentare della zona, ragion per cui un inutile allarmismo comporterebbe la potenziale rovina dell’intero settore, anche in assenza di un reale pericolo per la salute dei consumatori». Il consigliere ha, quindi, chiesto alla giunta di conoscere  la portata concreta del rischio di contaminazione radioattiva nella catena alimentare degli allevamenti siti nel Biodistretto della Val di Vara, per «fugare ogni possibile allarmismo non corroborato da dati scientifici certi».

L’assessore alla sanità, Sonia Viale ha detto che i tecnici dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale della Puglia e della Basilicata, che è competente per la valutazione, «hanno assolutamente escluso motivi di preoccupazione sanitaria relativamente al consumo di carne macellata in quel luogo». Ha quindi ribadito che «i prodotti alimentari provenienti dalla Val di Vara, carne, latte e latticini non presentano livelli di radioattività anomali, sono sicuri e la salute del consumatore è totalmente garantita».

Suvero (comune di Rocchetta Vara)