Published On: ven, Ott 19th, 2018

Renzo Piano: non solo archistar, ma anche esperto velista

Il magazine Vela ha pubblicato un articolo su Renzo Piano velista e sui progetti delle sue due barche -le “Kirribilli”. L’articolo è stato pubblicato in occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche del documentario sull’archistar genovese Renzo Piano “L’architetto della luce” di Carlos Saura, nelle sale fino al 17 ottobre.
Il docufilm esplora il processo creativo di Piano, partendo da una sua opera costruita a Santander (Spagna), passando per arte e letteratura. Il magazine aggiunge altro:

“…Forse non tutti sanno che l’architetto, classe 1937, è un appassionato velista. “Fin da bambino ho sempre amato il mare e la vela” ha ricordato in un’intervista tempo fa, “ricordo che a otto anni ho costruito una barca in garage, con le mie mani. Ero sicuro di avere preso le misure giuste, invece poi per portarla fuori abbiamo dovuto smontare la porta, con mio padre che si arrabbiò molto”.

Piano ha progettato, per sé e la sua famiglia, due barche davvero “speciali”, entrambi dal nome “Kirribilli”, che in lingua aborigena vuol dire “luogo pescoso” (oltre a essere il nome del quartiere di Sydney dove Piano ha costruito una torre a forma di vela).

IL KIRRIBILLI DI PIANO-VISMARA (2001)
La prima, varata nel 2001, in collaborazione con lo studio Vismara, lunga 60 piedi (18,60 x 4,80 m), si legge sul sito di Vismara, nasce dall’idea di disegnare un’imbarcazione da crociera veloce, che esprimesse tutte le caratteristiche dei più moderni maxi yacht e la sobrietà e l’essenzialità dei famosi J Class, che negli anni 30’ regatavano per la Coppa America. Venne costruita nei cantieri Mas di Como.

La caratteristica principale di questa imbarcazione è quella di unire un’avanzata tecnologia costruttiva, la ricerca nell’idrodinamica e nelle performance, ad una sobria eleganza in perfetto stile Piano
SEGUE su Il Giornale della Vela.

Kirribilli, by Vismara marine