Published On: Lun, Gen 22nd, 2018

Rifiuti abusivi nel territorio cittadino: nuovi provvedimenti a Chiavari    

L’Assessore ai lavori pubblici e ai servizi ecologici Massimiliano Bisso ha presentato in conferenza stampa i nuovi provvedimenti contro l’abbandono “selvaggio” di rifiuti domestici, ingombrati e non, sul territorio cittadino.

Presenti il Consigliere delegato al decoro cittadino Luca Ghiggeri e il Comandate della Polizia Municipale Federico Luigi Defranchi Bisso.

Giro di vite per coloro che non rispettano le norme di conferimento: per l’amministrazione Di Capua è fondamentale mostrare tolleranza zero verso i “furbetti” dei rifiuti, sia per tutelare il decoro del territorio comunale e la maggioranza della cittadinanza, garantendo giustizia e civiltà, sia per fermare un malcostume che sta diventando dilagante ed intollerabile. Per raggiungere questo scopo verranno previste una serie di azioni correttive:

  1. inasprimento delle sanzioni amministrative con multe comprese tra i 100 € e i 500 €;
  2. verrà potenziata la sorveglianza, grazie all’aiuto di vigili urbani/ ausiliari in borghese e all’impiego di telecamere mobili posizionate in prossimità delle isole ecologiche e delle zone ritenute più critiche.
  3. partiranno controlli a tappetto su esercizi commerciali, privati e condomini, grazie anche alla collaborazione del Presidente di Anaci, Moreno Maini, e di tutti gli operatori delle ditte appaltatrici Ma.ris e Costa.

«L’abbandono dei rifiuti è un comportamento intollerabile e si paga con multe salate. Anche in questo caso si riveleranno preziose le segnalazioni provenienti dai cittadini » – interviene il Sindaco Marco Di Capua, che sottolinea come «queste multe rappresentino un valido deterrente per arginare l’incivile fenomeno» .

Dunque, l’invito che l’Assessore Bisso rivolge ai chiavaresi è quello di «porre  massima attenzione a non abbandonare rifiuti per strada o al di fuori degli appositi cassonetti.

Grazie al posizionamento delle telecamere avremmo gli occhi puntati sia sulle isole ecologiche dislocate nel territorio di Chiavari, sia sulle zone ritenute più a rischio come Corso Dante, Piazza Verdi, la curva di San Lazzaro a Caperana, l’Aurelia fino a Sant’Andrea di Rovereto, Ri Alto, e Via Entella/Largo Pessagno.

Il nostro obiettivo è migliorare le modalità di conferimento dei rifiuti in previsione dell’installazione delle nuove isole ecologiche automatizzate.
Questa nuova fase di verifica e controllo è un atto di doveroso rispetto per tutti i cittadini chiavaresi che compiono coscienziosamente il conferimento differenziato nei modi e termini previsti, ma che poi vedono lordare la loro città dal deplorevole comportamento di una, per fortuna, piccola minoranza di incivili» .

Il Consigliere Ghiggeri ricorda gli strumenti già a disposizione dei cittadini «dal numero verde 800412665, per il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e sabato dalle 8 alle 16), alle isole ecologiche presidiate (Largo Giannini, dal lunedì alla domenica orario 16/18; il piazzale antistante il Cimitero di Via Piacenza, lunedì, mercoledì e venerdì orario 16/19; Piazzale La Franca il martedì, giovedì e sabato orario 16/19; e all’ingresso del parcheggio in Colmata, Largo rotonda Ravenna, il sabato e la domenica orario 16/19). »

E prosegue dichiarando che «l’obiettivo è raggiungere e superare il 65% di raccolta differenziata a Chiavari. Questa campagna di lotta ai rifiuti abbandonati non vuole essere una caccia alle streghe, né un mezzo per fare cassa, bensì un invito alla collaborazione civile. »

Il Comandante Bisso, infine, invita i cittadini a segnalare chi abbandona i rifiuti al Commando della Polizia Municipale, telefonando al numero 0185 365242, oppure facendo pervenire le segnalazioni direttamente ai punti di distribuzione dei materiali per la raccolta differenziata: presso il Comune di Chiavari (martedì, giovedì, sabato dalle 9 alle 12) e presso la sede delle ditte appaltatrici MA.RIS/Costa in Via Piacenza 79 ( dal lunedì al sabato dalle 9 alle 15).