Published On: Mer, Gen 29th, 2020

Rilanciare Liguria e nord Italia con nuovi collegamenti tra Francia e Liguria

Quella sotto descritta è un’iniziativa potenzialmente molto importante. Ma lo sanno, i nostri politici, imprenditori etc. che nuove e più decenti infrastrutture di collegamento tra la Francia del Sud (Provenza, Costa Azzurra…) e la Liguria può essere un grande motore di sviluppo e crescita economica e culturale? Non parliamo solo di turismo, quindi. E non parliamo soltanto del rilancio della ferrovia Ventimiglia-Nizza-Breil-Cuneo, con un intercity o altro…
In realtà URGE il raddoppio completo della ferrovia Ventimiglia-Genova
AGGIUNTA: per fortuna nel corso della riunione si è finalmente parlato di un CORRIDOIO FERROVIARIO TRA MARSIGLIA E GENOVA;
URGE un’autostrada a 3 corsie tra Italia e Francia del Sud (non l’attuale camionale a due corsie…); urge una sinergia in diversi settori strategici dell’economia (pensiamo alla fusione nucleare verde in costruzione in Francia), e una sinergia sul fronte degli studi ad alta specializzazione, tramite un accordo organico e davvero efficace tra le università di Genova e Nizza.
Lo stesso si dovrebbe fare nella Liguria di Levante: rendere più efficace il collegamento Sestri Levante-val di Vara-Parma (Strada 523); rendere più efficace il collegamento con Pisa (aereoporto) e Firenze (per il turismo); A12 a tre corsie; Tunnel della Fontanabuona o Gronda camionale tra Casarza ligure (Bargonasco) e la zona di Serravalle…
Mettiamo sotto il naso dell’Europa il tema del raccordo sinergico tra Francia e Liguria. Non si tratta di avere pochi denari per non fare nulla… ma di progettare un futuro alternativo a quello descitto da Luca Ricolfi in Società Signorile di massa ((2019):

In Italia i consumatori di droghe sono 8 milioni, 2 milioni consumano droghe pesanti come coca e derivati oppio o chimiche.
Gli spacciatori sono circa 100.000.
Il fatturato delle droghe è di 15 MILIARDI ANNUI. (L’ISTRUZIONE CI COSTA 5 MLD ALL’ANNO).

Tra le droghe c’è anche quella di Stato, ovvero il gioco (ludopatia). In Italia ci sono 16 milioni di giocatori, con un fatturato ANNUO di ben 107 MILIARDI: E’ LA STESSA SPESA CHE L’ITALIA PAGA PER LA SANITA’ (LA SPESA ALIMENTARE E’ DI 142 MILIARDI !!!).

Il fatturato della cocaina cresce del 21,6% anno. Quello dei videogiochi del 18,5%. Il fatturato dei frequentatori di palestre e fitness cresce del 10,4%. (Dati, L. Ricolfi)
Ma in questo quadro da Basso Impero, l’economia ristagna.

Domani, giovedì 30 gennaio a partire dalle ore 8.30 presso la stazione ferroviaria del Principato di Monaco, l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino prenderà parte all’incontro internazionale con Iveta Radicova (Commissario EU Corridoio Mediterraneo) e Peter Balasz (Commissario EU Corridoio Mare del Nord).
Alle ore 9.15 Berrino illustrerà i progetti di sviluppo e le esigenze di miglioramento per il servizio ferroviario tra la Liguria e il Sud della Francia.
Successivamente Berrino incontrerà gli assessori ai trasporti di Regione Piemonte Marco Gabusi e Région Sud (PACA) Philippe Tabarot in merito alla tratta ferroviaria Ventimiglia-Nizza-Breil-Cuneo.
Al meeting di Monaco saranno presenti anche rappresentanti del Governo Francese, del Principato di Monaco, del Comune di Nizza, di SNCF e di EPA Eco-Vallée Plaine du Var.

Ferrovia Cuneo-Nizza-Ventimiglia