Published On: Lun, Ott 2nd, 2017

Rinviata la camminata sul Ramaceto per la Giornata del Patrimonio culturale

Non è stato possibile, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio Culturale, fare l’annuale camminata dal Passo di Romaggi al Passo del Dente a causa della coincidenza con un importante incontro culturale a Chiavari già messo da tempo in calendario.  E’ quindi stata scelta la prima data disponibile, Sabato 7 Ottobre, per riproporre l’evento.

Qualora le condizioni del tempo sconsigliassero di andare al Passo del Dente, verranno anticipate al mattino la visita alla chiesa di Romaggi e la relativa presentazione storica.  Resterà fissa, invece, la “Raviolata” all’Osteria Pellegrin, alla quale, come di consueto, può  prendere parte anche chi non partecipa all’escursione  (avendo presente che anche la buona cucina fa parte della nostra Cultura).

Programma
Ore 9 appuntamento al Passo di Romaggi (erroneamente indicato sulla targa stradale come Passo della Pozza del Lupo) a Km. 9,5 da Calvari sulla provinciale per Cichero.

Ore 9,10 partenza, seguendo il sentiero che si snoda dapprima in un bosco di cerri e quindi sul versante nord-est del monte Mignano.  Si tratta di un percorso facile, in un ambiente caratterizzato da ampi panorami, dalla presenza del grandioso anfiteatro roccioso del Ramaceto, da interessanti particolarità geologiche, morfologiche e botaniche nonché da motivi relativi agli antichi insediamenti, alla viabilità storica e agli eventi della Resistenza. Durante alcune soste lungo il cammino i vari argomenti saranno illustrati da Caludia Vaccarezza (aspetti naturalistici), Fabio Zavatteri (geologia e morfologia) e Renato Lagomarsino (storia e antichi percorsi).  Giunti al Passo del Dente si procederà ancora per alcune centinaia di metri per osservare la “Ciappa del Dente” (con le septarie, la pietra coltellina e i ciuffi spontanei di sempervivum) e per raggiungere un tratto a sbalzo dell’antica “via di Piacenza”, singolare e sorprendente opera realizzata chissà quando per superare un grande lastrone di arenaria. Al ritorno, se i tempi saranno rispettati, si potrà percorrere

il sentiero sulle pendici erbose del monte Mignano per osservare dalla sua cima un panorama a 360 gradi e vedere da vicino un grande masso isolato che, secondo Fabio Zavatteri, potrebbe essere stato un menhir.

Ore 12,30 arrivo al Passo di Romaggi e partenza per Romaggi. L’adesione alla Raviolata  (il prezzo è stato concordato) deve essere comunicata entro le ore 10 direttamente agli organizzatori. Chi, pur non partecipando all’escursione, intende partecipare alla Raviolata dovrà telefonare a Silvana  (348-6931236) sempre entro la stessa ora. Questo numero di telefono può essere contattato anche per eventuali informazioni.  L’appuntamento dal “Pellegrin” è per le ore 13.

Ore 15 – Prima di lasciare la sala da pranzo per andare a visitare la chiesa da poco rinnovata negli affreschi e negli stucchi, Renato Lagomarsino intratterrà i partecipanti sulla storia di Romaggi. Sergio Gabrovec annuncerà invece i primi risultati delle ricerche nell’archivio parrocchiale, primo e indispensabile passo per la realizzazione di una storia documentata del paese e della chiesa.

Cippo romano sul Ramaceto