Published On: Ven, Apr 5th, 2013

Ristoratori: servono regole chiare per sagre e feste di paese

Share This
Tags

Cesare Groppi_Fiepet ConfesercentiGENOVA. I comuni della Provincia di Genova dovrebbero dotarsi di un regolamento che disciplini con maggior rigore l’autorizzazione e l’organizzazione di sagre e feste enogastronomiche. E’ quanto chiedono a gran voce i sindacati di categoria Fiepet e Fepag che riuniscono i gestori di pubblici esercizi aderenti rispettivamente a Confesercenti e Ascom-Confcommercio.

“La regolamentazione delle sagre, che chiediamo ogni anno con l’approssimarsi della bella stagione, è una misura che si rende ancora più urgente alla luce della perdurante crisi economica”, spiegano Cesare Groppi, segretario di Fiepet Confesercenti Genova, e Giorgio Bove, presidente Associazione Ristoranti Fepag-Ascom Genova.

“Chiaramente nessuno vuole abolire le sagre – specificano Groppi e Bove – chiediamo però che per ogni comune sia possibile realizzarne al massimo una al mese, in modo da porre un freno al loro proliferare incontrollato e, spesso, immotivato. Perché un conto è organizzare delle sagre che promuovano i prodotti tipici locali, altra cosa è entrare in competizione con i pubblici esercizi proponendo piatti che non hanno nessun legame specifico con la Liguria, peraltro senza sottostare agli stessi obblighi di bar e ristoranti in materia di sicurezza Haccp e utilizzo di materiali biodegradabili”.

“Dal nostro punto di vista – aggiungono i responsabili provinciali di Fepag e Fiepet – sarebbe inoltre auspicabile il coinvolgimento dei pubblici esercizi eventualmente interessati a collaborare, così come è preferibile la scelta di collocare le sagre in date infrasettimanali. Soprattutto in estate, infatti, le occasioni per sfruttare un ponte o una festa patronale anche nel mezzo della settimana non mancano. D’altra parte, sagre e feste di comprovata tradizione e radicamento potrebbero sempre beneficiare, previo un accordo con le associazioni di categoria, di una deroga per quanto riguarda la loro durata, a patto comunque di non andare oltre le due settimane”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>