Published On: Sab, Gen 9th, 2016

Ristrutturazione delle aree portuali di Sestri: incarico per lo studio di fattibilità

“Procediamo verso la definizione degli interventi di messa in sicurezza, riorganizzazione e riqualificazione dell’area portuale” dichiara la Sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio, “attraverso l’affidamento dell’incarico per lo studio di fattibilità riguardante proprio gli interventi necessari alla risistemazione dei servizi e delle infrastrutture dell’area.”
E’ stato affidato, lo scorso 22 dicembre, allo Studio OBR Open Building Research di Milano l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità relativo agli interventi di riorganizzazione e riqualificazione dell’area, dei servizi portuali e delle infrastrutture. Un primo esito del lavoro è previsto per la metà del 2016.
Gli obiettivi che verranno perseguiti attraverso lo studio di fattibilità comprendono:
– messa in sicurezza del bacino portuale;
– riordino funzionale e gestionale dei servizi portuali finalizzato ad una maggiore partecipazione pubblica;
– implementazione dei servizi di terra per il diporto ed i mega yacht;
– miglioramento funzionale delle banchine in riferimento alla pesca professionale;
– flessibilità stagionale degli approdi;
Lo studio di fattibilità comprende anche la progettazione di un molo attracco traghetti a Riva ponente con l’obiettivo di riportare anche in questa baia lo scalo dei traghetti turistici come accadeva molti anni fa. L’obiettivo acquista ancora maggiore significato poiché affiancato dal Polo degli sport blu di prossima
realizzazione nell’ambito della riqualificazione della passeggiata di Riva.
Lo studio di fattibilità avrà la finalità di individuare le potenzialità dell’area dell’approdo, definendo una strategia per la sua riorganizzazione e riqualificazione.

Porto di Sestri

Porto di Sestri

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>