Published On: Gio, Lug 13th, 2017

Ristrutturazione delle “Casette Rosse” in via Paggi, al costo di 848.000 euro

Le ‘Casette Rosse’, che da sempre identificano il quartiere della Lavagnina e che prestano il nome al suo centro di aggregazione giovanile, nei prossimi mesi saranno oggetto di un programma di riqualificazione urbana, condiviso e progettato in modo partecipativo con le rappresentanze del quartiere e faranno posto a quattro alloggi di edilizia sociale e ad un nuovo spazio pubblico aggregativo – dichiara Valentina Ghio, Sindaca di Sestri Levante – Parallelamente verranno inoltre realizzati interventi di rigenerazione urbana attraverso la riqualificazione e il miglioramento delle opere pubbliche già presenti e che consisteranno nel rifacimento del marciapiede di via Tino Paggi e nel collegamento tra le piste ciclabili dell’area.”
Gli interventi che verranno realizzati nel quartiere perseguono diversi obiettivi finalizzati al sostegno
dell’offerta abitativa sociale, alla rigenerazione urbana, alla qualità dell’abitare e alla valorizzazione e
razionalizzazione del patrimonio pubblico esistente, evitando di costruire nuovi edifici. Nel dettaglio:

RISTRUTTURAZIONE CON AMPLIAMENTO DELLE “CASETTE ROSSE”
Il programma di riqualificazione prevede interventi di recupero, miglioramento e adeguamento strutturale, impiantistico ed energetico, dei due edifici, le “casette rosse” appunto, per la realizzazione di 4 alloggi di Edilizia Residenziale Sociale e di un centro di aggregazione.

Più nel dettaglio, gli interventi di ristrutturazione edilizia previsti per i due edifici denominati Casette Rosse, consentiranno di realizzare:
quattro alloggi di ERP di circa 50 m2,;
– la sede del Centro di Aggregazione di Quartiere di circa 45 m2, composto da una grande sala ricreativa dotata di angolo cottura, locale igienico; l’accesso è previsto dall’ingresso principale in Via Tino Paggi, percorrendo il porticato che conduce al Centro Ricreativo “Casette Rosse”;

RIFACIMENTO MARCIAPIEDE LATO SINISTRO DI VIA TINO PAGGI
L’intervento potenzierà e migliorerà la viabilità ciclopedonale, attraverso la demolizione della banchina
attuale e la realizzazione di un nuovo marciapiede, della lunghezza di circa 250 m, a uso ciclopedonale, privo di barriere architettoniche e pavimentato con masselli autobloccanti della stessa tipologia dei marciapiedi adiacenti. Contestualmente verrà realizzata una nuova condotta per lo smaltimento delle acque meteoriche, dotata di idonei pozzetti caditoia.

NUOVO TRATTO DI PISTA CICLABILE
L’ultimo intervento si propone di realizzare un nuovo tratto di collegamento tra le piste ciclabili già esistenti, che consentirà di raggiungere in sicurezza i percorsi che conducono a Sestri e a Riva; il nuovo collegamento si svilupperà in parte su carreggiata e in parte su marciapiedi esistenti adeguando il fondo stradale e l’impianti di pubblica illuminazione.
Il costo complessivo per la realizzazione degli interventi compresi nel programma di rigenerazione urbana è pari a 845.000€, così suddivisi ed articolati:
– 550.000€ per la realizzazione dei 4 appartamenti destinati ad E.R.P.
– 90.000€ per la realizzazione del centro di aggregazione di quartiere
– 90.000€ per l’intervento di rifacimento del marciapiede lungo via Tino Paggi
– 115.000€ per la realizzazione del nuovo tratto di pista ciclabile e pubblica illuminazione
Il progetto sarà in parte finanziato da Regione Liguria, utilizzando il contributo regionale di oltre 408.000€, ottenuto grazie alla partecipazione al bando per l’utilizzo di fondi per il Social Housing, la Rigenerazione Urbana e la Valorizzazione del Patrimonio.
Conclude Ghio: “Il percorso di attenzione e valorizzazione dei diversi quartieri della città non si ferma e
procede con azioni concrete volte al miglioramento e all’ottimizzazione di edifici e opere di proprietà
pubblica che, come cittadini, viviamo quotidianamente. Il quartiere della Lavagnina, popoloso e con una
comunità attiva e attenta, vedrà non solo la valorizzazione di due edifici attualmente in stato di abbandono ma anche la realizzazione di un nuovo centro di aggregazione dedicato, che si va ad aggiungere agli spazi già disponibili a Casette Rosse, e un miglioramento sia dal punto di vista della mobilità che della sicurezza, di marciapiede e pista ciclabile.”