Published On: Lun, Lug 16th, 2018

Ritrovato morto dai Vigili del Fuoco dopo 5 giorni, addio ad Angelo Stagnaro

Ieri mattina i vigili del fuoco di Chiavari, sono intervenuti a Casarza Ligure, in via Annuti, per la segnalazione su Angelo Stagnaro, noto collezionista di minerali e proprietario di un piccolo museo privato, molto ben dotato.
Stagnaro non era più stato visto da una persona con la quale aveva un appuntamento e pertanto era arrivata una segnalazione ai Vigili del Fuoco di Chiavari, i quali sono intervenuti. All’interno dell’appartamento è stato ritrovato il cadavere di Stagnaro, deceduto presumibilmente 5 giorni prima. A quel punto sono iniziate le operazioni di recupero della salma. I VdF si sono protetti utilizzando le tute protettive NBCR e l’apparecchio autorespiratore.

L’abitazione di Stagnaro, che viveva da solo era diventata “Museo mineralogico del Tigullio” dal 1980. Attorno a lui si era riunito un gruppo di appassionati, di Casarza, Sestri Levante e altre località vicine, i quali avevano esplorato tutta la zona, nella quale vi sono miniere fin dalla preistoria. A Masso avevano rinvenuto ancora dell’oro (a Masso è stata rinvenuta nel 1800 la più grande pepita d’oro dell’Europa (Russia esclusa).

La morte sarebbe intervenuta a causa di problemi cardiocircolatori. Nella sua casa sono catalogati migliaia di minerali. Si spera che questo patrimonio ora venga acquisito dai Comuni della zona e reso fruibile al pubblico.