Published On: Mer, Ago 7th, 2013

Ritrovato Vittorio Devincenzi: Ecco i racconti dei soccorritori

RITROVAMENTO

CASARZA LIGURE

E’ stato ritrovato sano e salvo Vittorio Devincenzi, il pensionato che nelle prime ore del pomeriggio di Lunedì scorso aveva fatto perdere le sue tracce dopo essere andato nell’orto in località Vallescura; una vallata compresa tra il viadotto autostradale di via A De Gasperi e le pendici del Passo del Bracco. Una zona a tratti coltivata ma perimetrata da una fitta macchia di rovi, Acacie e Pini.

Le prime persone che erano andate a cercarlo, avevano visto la bicicletta normalmente appoggiata al ” casotto” degli attrezzi e avevano notato che l’uomo si era anche cambiato i vestiti indossando stivali e  indumenti da lavoro. Le ricerche sono terminate con il ritrovamento, da parte di tre cacciatori, alle 20 di ieri e in pochi minuti ne era al corrente tutta la cittadinanza. Le condizioni di salute sono abbastanza  buone e l’uomo, dopo aver ricevuto le dovute cure e gli accertamenti del caso presso il Pronto soccorso di Lavagna, è stato ricoverato in reparto per tenere sotto controllo alcuni valori alterati evidenziati dalle analisi.

« Quando l’ho visto da una decina di metri accasciato in terra mi è salito il cuore in gola -racconta Andrea uno dei tre cacciatori che hanno trovato l’uomo. L’ho chiamato per tre volte senza risposta e pensavo al peggio, poi ad un tratto si è girato e mi ha anche risposto ” cosa c’è ? “. Io scherzando – continua Andrea – gli ho detto che non si dorme nei boschi e lui mi ha risposto che ha dormito e mangiato a casa e che sono 40 anni che viene qui tutti i giorni. Dopo lo abbiamo portato un centinaio di metri più in basso, in una piccola radura, e abbiamo acceso il fuoco per segnalare la posizione all’elicottero dei Vigili del Fuoco chiamato nel frattempo dal campo base. Purtroppo non e’ stato possibile effettuare l’imbracaggio sul velivolo per motivi tecnici, ma siamo riuscito comunque a portare Devincensi dall’ambulanza in una ventina di minuti.  Solo quando siamo arrivati a valle ho tirato un respiro di sollievo .. meno male….. una vicenda a lieto fine ma posso assicurarvi che appena l’ho visto, le ginocchia mi tremavano»

L’allontanamento del pensionato per più di 24 ore da casa, porta a pensare  ad un momento di amnesia: forse dovuta dal caldo delle prime ore del pomeriggio oppure da una forma patologica. Sintomi che anche qualche amico e parente hanno constatato nell’uomo in questo ultimo periodo. Le operazioni di soccorso dell’elicottero si sono potute vedere benissimo anche dal centro di Casarza Ligure, dove tutta la cittadinanza, il Sindaco Muzio ( in prima linea tra i volontari ) e i familiari, aspettavano con ansia notizie che da li a poco si sarebbero rivelate buone. Una storia che stava diventando drammatica col passare del tempo e che invece il destino ha voluto ridare Vittorio ai suoi cari. Una persona molto conosciuta a Casarza: ex operaio della Fit Ferrotubi, allenatore della squadra di calcio locale e amico di tutti. Non si faceva mancare qualche partite a carte al bar e magari qualche “rattella” parlando di calcio.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Giuseppe ha detto:

    Non per essere fiscali,con tutti i rallegramenti per il ritrovamento in salute, ma i ben tre cacciatori,non potevano portarlo in salvo loro facendo risparmiare alla comunità 2ore di impiego elicottero VV.FF.e relativo equipaggio, per non parlare dei sorvoli per una mattinata precedenti dei Carabinieri, quando non ci sono soldi per tenere in ordine le strade delle frazioni.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>