Published On: Mar, Mag 9th, 2017

S. Francesco, via ai lavori: “sparirà” temporaneamente la fontana del Polipo

Dopo il fugace annuncio di questa mattina arrivano i primi approfondimenti sui lavori di rifacimento della copertura carrabile del torrente San Francesco, a sorpresa in programma già a partire da domani mercoledì 10 maggio.

Come forse ricorderà chi segue la nostra cronaca delle sedute del Consiglio Comunale rapallese, la questione San Francesco era stata al centro di un acceso dibattito lo scorso dicembre, quando le forze di opposizione avevano vivacemente contestato la decisione della giunta di lasciar decorrere i termini di validità del certificato di agibilità della zona prospiciente il Castello sul Mare – l’area sarebbe rimasta agibile fino al 31 dicembre 2017 – prima di richiedere una nuova perizia statica.

L’Amministrazione pare aver recepito le preoccupazioni espresse dagli oppositori, peraltro poi abbracciate dalla stessa maggioranza. L’assessore ai lavori pubblici Arduino Maini ci fa infatti sapere che una nuova perizia è stata richiesta ed eseguita, con risultati che danno ragione a chi chiedeva di stringere i tempi: la stabilità strutturale della “soletta” antistante il Castello sembra infatti essere degradata più in fretta del previsto, rendendo necessario un intervento tempestivo soprattutto per risolvere l’annoso problema del transito dei mezzi pesanti.

Già domani e dopodomani partiranno quindi i primi lavori di messa in sicurezza dell’area in previsione del 1° stralcio del 1° lotto del rifacimento vero e proprio della copertura – l’intero primo lotto, lo ricordiamo, prevede lavori per quasi 2 milioni e mezzo di euro, di cui 1.645.000 forniti dalla Regione Liguria. La fase preliminare dei lavori darà inoltre modo di effettuare ulteriori sondaggi sul resto della copertura del torrente, per verificarne lo stato anche lungo il corso di via Milite Ignoto.

Fattore cruciale di questa prima fase delle operazioni sarà lo spostamento della “fontana del Polipo”, la cui ubicazione dovrà essere modificata al fine di permettere la realizzazione di uno svincolo che dia modo ai mezzi pesanti – per lo più bus turistici, ma anche mezzi commerciali – di transitare su un tratto della copertura del torrente poggiante su fondamenta solide, senza mettere perciò a rischio l’integrità del fronte mare; per le automobili non sono invece previste modifiche alla viabilità.

Il “Polipo” sarà quindi temporaneamente rimosso – e mandato in fonderia per una tornata di restauri – per poi essere ricollocato più o meno nella stessa area, anche se con una sensibile riduzione delle aiuole circostanti. «Spiace che la fontana, uno fra i più noti simboli della città, debba essere rimossa per qualche tempo» è stata l’opinione corale espressa da Maini e dal sindaco Carlo Bagnasco, presente anch’egli al breve incontro in cui è stato dato l’annuncio ufficiale. Il primo cittadino si è comunque rallegrato dell’«importante giornata per la sicurezza di Rapallo», garantendo il massimo impegno della propria giunta per un’opera continuativa di tutela del benessere dei rapallesi.