Published On: Mer, Gen 29th, 2014

Sabato 15 riapre il bivacco di Punta Manara: uno spazio attrezzato per turisti e residenti

AGGIORNAMENTO: l’inaugurazione prevista per il primo febbraio, è stata spostata al 15 febbraio, a causa del previsto maltempo di domani sabato 1 febbraio.

Da sabato 15 febbraio il Bivacco di Punta Manara tornerà pienamente operativo: Ekoclub, l’ associazione che si e’ aggiudicata la gestione attraverso bando pubblico del Comune di Sestri Levante ha provveduto a pulire, rintonacare e sono state realizzate le piccole opere manutentive necessarie per rivitalizzare un manufatto chiuso da anni. Anche i sentieri di accesso,oggetto di una pulizia e sistemazione della vegetazione, sono un elemento base per una maggior accoglienza della zona in cui torna fruibile per gli escursionisti piu’ esperti il sentiero che porta alla Ciappa du Lu’. Inoltre dall’unione di due progetti, uno di Regione Liguria “CostruiAmo una Liguria Verde, Sicura e per Tutti” ed uno della Provincia di Genova per la valorizzazione, attraverso l’attività con le scuole, dell’Oasi Faunistica di Punta Manara, “Un gioco di sensi con i sensi in gioco”, prende avvio anche il progetto didattico elaborato dal LabTer Tigullio. Un’escursione lungo i sentieri da esplorare con i sensi: accompagnate da un operatore del Laboratorio Territoriale Tigullio, le classi che hanno aderito al progetto, effettueranno osservazioni e attività laboratoriale finalizzate all’analisi delle caratteristiche di quattro dei cinque sensi per arrivare a definire una visione del mondo diversa attraverso le mani, le orecchie, gli occhi ed il naso, avvalendosi anche del materiale didattico presente nel bivacco.Colori, suoni, profumi e consistenze dei paesaggi, degli alberi, delle rocce e degli ambienti che si incontrano lungo il sentiero: la natura vista non solo con gli occhi ma percepita con tutto il corpo.
Le scelta di allestire un percorso sensoriale ha una duplice valenza: da una parte far riflettere ragazzi ed adulti su come può cambiare il mondo che conosciamo se proviamo ad esplorarlo in un modo più completo, dall’altra si rivolge a tutte le persone affinché le stesse possano rendersi fruitori della rete sentieristica interna alla zona di Punta Manara.

Il percorso di prova propedeutico è stato ormai collaudato ed anche le scuole potranno vivere tale esperienza formativa.
Ma il bivacco risulta anche quale punto di riferimento per l’attività escursionistica ed è possibile usufruirne contattando Ekoclub all’indirizzo Bivaccopuntamanara@libero.it e telefonando al n.ro 3392946924 per prenotare ed accordarsi per il ritiro delle chiavi presso esercizi pubblici in accordo. Il servizio è gratuito ed è possibile iscriversi a sostegno dell’Associazione.
“Con soddisfazione salutiamo l’apertura del Bivacco di Punta Manara- dichiara il Sindaco Valentina Ghio- insieme al ripristino di alcune tratte di suggestivi sentieri. Si tratta di un importante passo avanti per lo sviluppo della sentieristica e del turismo collegato sul nostro territorio”.
Manca ormai solo l’inaugurazione ufficiale del rinnovato bivacco che è stata fissata per il 1 FEBBRAIO 2014 in tarda mattinata, alle ore 11.00, per un aperitivo in compagnia a cui è invitata tutta la cittadinanza. E’ possibile partecipare, con adeguato abbigliamento e calzature con suola scolpita, con il personale di Labter al percorso guidato che partendo alle ore 9.30 da piazza Matteotti (dinnanzi al Comune) raggiungerà il bivacco.
In caso di pioggia e maltempo l’inaugurazione sarà’ spostata al 15 febbraio 2014.
sugherella

Displaying 13 Comments
Have Your Say
  1. Rino ha detto:

    Caro Mykros ancora una volta si ripete la storiella. Quando davano da mangiare ai poveri. Uno di loro chiese agli astanti di chi era quel piattone. Ma era un piatto normale. Ma quando tocco a lui il piatto,che era esattamente come l’altro,disse: è mio quel piattino? Il Comune,nella persona della Giunta,ha dato parecchio risalto ad una cosa che si rappresenta miserrima e mal congegnata nell’affidabilità. Tanto per non smentirsi!

  2. Mykros ha detto:

    A leggere i roboanti articoli si direbbe che si tratta di un rifugio con molte decine di posti e tutte le attrezzature… andate un po’ a vedere com’è in realtà, non è molto lontano!!!

  3. Rino ha detto:

    Ad avvalorare,quanto ho già detto in un commento precedente,per quanto bene siamo amministrati in questa ridente cittadina. Bisogna leggere l’articolo riportato sul Secolo XIX del 5.2.2014. Cioè,se non si chiamano in causa gli esseri preposti al controllo,sempre in questa cittadina,i politicanti locali,fanno come vogliono. Per l’articolo: Un cartello,che stava in una aiuola da ben due anni,viene rimosso solo perchè qualcuno scrive al Prefetto. Riportava una pubblicità di una agenzia immobiliare. Si avvalora la tesi di chi può e chi non può. Se era di uno/a che non…poteva,sarebbe stato rimosso all’alba del giorno dopo. E non mi si venga a dire che trattasi di dimenticanza. Dopo due anni! E ci si meraviglia di quello che danno a destra e a manca, ” a gratis ” ma sempre a carico dei cittadini. Vai a capire come si fa politica in questo ” beneamato ” paese!

  4. Rino ha detto:

    In un paese piccolo,dove tutti ci conosciamo e sappiamo di che pasta siamo fatti,il gioco delle parti,senza andare a scomodare Pirandello,per tutti viene bene. Alle maggioranze e minoranze. Il peggio è che pur conoscendo bene i polli,questi sono da anni seduti in quelle poltrone che hanno come fondo la colla forte,ma nessuno fa nulla per levare la colla. Li soppesi tutti e ne salvi qualcuno. E’ inutile,non ce la fa! E noi per anni ed anni ci dobbiamo sopportare questi individui? Ne facessero una giusta,ma non la fanno. Non è per la torta,c’è chi può e chi non può. Questo è il vero motivo.

  5. Ma Siamo Matti? ha detto:

    @Rino: ma le minoranze esistono. Come mai tacciono? Esce un comunicato stampa su ogni raglio e s’una cosa grave così tace tutto? Ha ragione Rino, a Sestri le minoranze non ci sono. Si vede che quando c’è da tagliare la torta si siedono tutti a tavola.

  6. Rino ha detto:

    Ma quale minoranza? Esiste ancora? A parte che quello che vuole chi ci amministra,ottiene sempre,vedi lo scempio effettuato nel paese. Ma se siamo governati senza cervello,la colpa è di tutti coloro che votano sempre gli stessi,furbi o scemi,senza minoranze e maggioranze. Certe volte le decisioni prese dalla maggioranza fanno ridere eppure supinamente le accettiamo. Bisogna che le cose cambino,ma di brutto se vogliamo ancora essere alla pari con la nazione e con il mondo.

  7. Ma Siamo Matti? ha detto:

    @Rino: tu hai ragione, però vedo tacere anche le minoranze su questo scandalo al sole. Chi ci guadagna?

  8. Rino ha detto:

    Il prologo la dice tutta. Ma siamo matti? Sì,siamo proprio matti! Continuiamo a dare il voto sempre agli stessi e vedremo cosa ci aspetta in futuro. Fin che il popolo non scende per strada,questi sono i risultati. Prima assegnano e dopo,quando qualcuno ci vede chiaro, pensano ai provvedimenti. Sempre che questi ultimi ci siano. Purtroppo la sceneggiata procede all’infinito.

  9. Ma siamo matti? ha detto:

    Ma siamo matti? Ma Ekoclub l’avete visto che cos’è?
    http://www.wwffoggia.it/ekoclub_5.html

  10. Pera Caduta ha detto:

    Ma giusto per curiosità, le opposizioni a Sestri dormono? C’hanno i cacciatori in casa a curare un bene ambientale e tacciono? Perché? Un territorio ambientale curato da ekoclub e poi ci si preoccupa del nome da dare al parco. Ma ci siete?

  11. Giuppino ha detto:

    Ekoclub quindi sono tutto tranne che x l ambiente…..scelta in perfetto stile PD-Ghio!!!

  12. Rino ha detto:

    Ma il Sindaco ci è o ci fa? Parla di Ekoclub e come avverrà il ripristino di tratte dei sentieri e lo sviluppo del turismo. Poi,bisogna telefonare ad un cellulare per avere le chiavi,e chi te le dà,un esercizio pubblico. E’ il colmo!Oltretutto è ammissibile parlare di un’associazione di cacciatori spacciandola per una associazione protezionistica? Ed i cittadini,che vengono distratti dalle manifestazioni,organizzate ad oc,pensano che siano arrivati i salvatori della patria! Intanto sono distratti. Il Comune non si smentisce mai. Come per la Mediterraneo,ne vedremo,ancora,delle belle.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>