Published On: Ven, Nov 8th, 2019

Salone degli Orientamenti 2019, a Genova

GENOVA. Si apre martedì prossimo la 24° edizione del Salone Orientamenti, appuntamento dedicato agli studenti (dalla primaria alla secondaria di secondo grado), docenti e famiglie. Il cuore del più grande “villaggio dell’orientamento” d’Italia sarà al Porto Antico di Genova, dal 12 al 14 novembre. Ma il programma, ancora più ricco e interessante, prevede eventi anche a Palazzo Ducale (con le professioni della cultura) e al Palazzo della Borsa (con il Career Day che anticipa l’apertura già a lunedì 11) oltre a Palazzo San Giorgio, Acquario e Museo della Navigazione (con le professioni del mare).

Il Salone, organizzato da Regione Liguria e dal comitato promotore composto da Comune di Genova, Città Metropolitana di Genova, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale e Camera di Commercio in strettissima collaborazione con il MIUR ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è la tappa più importante di un percorso che si è esteso nel tempo e nello spazio.

“Orientamenti è diventato il Salone guida a livello italiano dell’orientamento dei giovani – ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – Ogni anno sono sempre più numerose le aziende, gli enti di formazione e le scuole che decidono di essere presenti.  Quest’anno i partecipanti saranno ancora più numerosi e noi non possiamo che invitare tutti i giovani a visitare il Salone al Porto Antico, perché sarà una bella occasione per parlare con i capitani coraggiosi, con motivatori, con chi ha trovato una propria strada e che può essere da esempio. Naturalmente in Liguria molte sono le opportunità che verranno offerte nell’ambito del turismo e della blue economy che sono gli asset fondamentali della nostra regione. Quello che è certo è che da Orientamenti potranno uscire con un’offerta di lavoro in tasca, o comunque un’opportunità, grazie anche alle Accademie del mare realizzate di comune accordo con le grandi compagnie di crociera e agli esponenti delle aziende presenti. Un bel momento di speranza dunque per i nostri giovani che potranno guardare con più fiducia al loro futuro”.

IL SAPER FARE

Il “Saper fare” sarà il tema centrale. L’ultimo rapporto Excelsior Unioncamere – ANPAL evidenzia che il 78% degli assunti tra il 2019 e il 2023 saranno nelle professioni tecniche e che oggi esiste un divario tra domanda e offerta di lavoro del 26,3% di media nazionale (22,4% in Liguria). Un divario che sta aumentando: su 100 posti di lavoro ben 37 non sono coperti. In Liguria, questo divario nelle professioni tecniche è del 41%.

“Questi dati sul divario tra domanda e offerta di lavoro, in termine tecnico “mismatch”, sono quelli che più hanno rafforzato la scelta di dedicare il Salone al “Saper fare” – spiega Ilaria Cavo, Assessore alla formazione e istruzione di Regione Liguria – puntando in questa edizione a precise aree tematiche ovvero blue e green economy, industria turistica e culturale, big data e intelligenza artificiale. Il messaggio che deve arrivare ai giovani, nel rispetto delle loro attitudini, è di questa forte esigenza di professioni tecniche e specialistiche che arriva dalle imprese”.

“Le Camere di Commercio segnalano da tempo il problema del divario fra le professioni richieste dalle imprese e quelle offerte dal mercato – ha detto il direttore generale della Camera di Commercio di Genova Maurizio Caviglia – Quest’anno crediamo di aver fatto un passo avanti per ridurre questo divario preparando una nuova versione della storica indagine nazionale ‘Excelsior’ di Unioncamere e ANPAL, che abbiamo chiamato “Dopodomani”, cucita addosso alla realtà ligure. Insieme a Regione, Università e Ufficio Scolastico Regionale abbiamo sviluppato il tema della blue economy, in cui la Liguria è la prima regione italiana, e di Impresa 4.0, concentrandoci sulle nuove professioni del digitale. I risultati li presenteremo mercoledì 13 novembre a Palazzo San Giorgio e saranno interessanti”

“Il lavoro è sempre uno dei principali obiettivi di ogni attività amministrativa – ha aggiunto  l’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti –  La maggior corrispondenza possibile tra offerta formativa e necessità di profili professionali delle aziende è elemento fondamentale. Conoscere queste dinamiche e successivamente tentare di allinearle il più possibile è la mission di ‘Dopodomani’, il progetto con il quale mapperemo periodicamente le esigenze del mercato della nostra Liguria come offerta e domanda di competenze”.

LA DEDICA A LEONARDO DA VINCI

Il testimonial ideale del Salone del “saper fare” non può che essere Leonardo da Vinci, sintesi perfetta di scienza e tecnica, ingegno, creatività e manualità, artigianato e arte. Le Bussole (studenti in alternanza scuola lavoro che guideranno gli ospiti al Salone) indosseranno le magliette con l’uomo vitruviano e l’effige di Leonardo. All’ingresso del Foyer Grecale, ai Magazzini del Cotone, i visitatori potranno scoprire grazie a “La Macchina di Leonardo” i disegni sul volo di Leonardo Da Vinci che hanno ispirato  le sue invenzioni: un’attrazione legata all’uomo simbolo del Saper Fare di cui si celebrano i 500 anni dalla morte.

LE “BOLLE” DEL SAPER FARE

Una novità del Salone, nel Piazzale Mandraccio del Porto Antico, sono le Bolle del Saper fare con Confindustria (professioni della nautica, della manifattura e della siderurgia), Iren (professioni dell’energia, dell’acqua e dei green job), Amt Genova (simulatore di guida bus e professioni della mobilità sostenibile) e Agritù (laboratori di sartoria, saldatura THT, trasformazioni agroalimentari, apicoltura) che attrezzeranno vere e proprie officine.

Come per tradizione, Orientamenti premierà i “campioni” del saper fare che si metteranno alla prova in quattro gare nazionali (hair dressing, beauty therapy, ice cream maker, floristry) oltre a 12 “exhibition” liguri nell’ambito dei “WorldSkills”, ovvero le Olimpiadi dei Mestieri, luogo di incontro di giovani talenti che si misurano con competizioni di abilità professionali.

Confermate le “7 vie dei mestieri e delle professioni” che verranno presentate dai Capitani Coraggiosi, ovvero testimonial importanti del mondo delle Aziende e della Società che faranno conoscere agli studenti, attraverso laboratori o incontri frontali, la propria professione e magari anche il percorso che ha portato a svolgerla. E’ possibile visitare veri e propri hub delle professioni a partire da quelle del mare (biomarine all’Acquario, portuali a Palazzo San Giorgio, della nautica e della navigazione a Museo Galata); dello sport, dell’agroalimentare (presso Eataly), delle arti, della cultura, della musica e dello spettacolo, del commercio e dell’artigianato e del digitale presso i Magazzini del cotone. 

CAPITANI CORAGGIOSI E TESTIMONIAL 

Oltre 360 gli eventi in programma (www.eventi.orientamenti.regione.liguria.it) con ben due giornate che arriveranno fino a tarda sera per consentire, soprattutto ai genitori, una più ampia partecipazione. Martedì 12 (ore 9-18,30) è la giornata dell’innovazione digitale. Mercoledì 13 (ore 9-22) è dedicato al “Saper fare” e giovedì 14 (ore 9-23) a Green e Blue economy. Numerosi i “Capitani Coraggiosi” e i testimonial che saranno a Genova. Dall’inaugurazione con il rapper Alfa, Lorenzo Baglioni e Rudy Zerbi fino alla Notte dei Talenti che chiude la kermesse giovedì sera (ore 20, Sala Maestrale) con una straordinaria passerella di “eccellenze liguri” ed ospiti del calibro di Demetrio Albertini, Filippo Grondona, Soggetti Smariti, Daniele Ronchetti e gli Ex-Otago che, dopo il viaggio estivo nei Festival più importanti d’Italia, preparano il loro live più importante di sempre, il prossimo 15 febbraio all’Rds Stadium di Genova, ed eccezionalmente suoneranno “live” per la gioia del pubblico della Notte dei Talenti.

Nel corso del Salone interverranno anche lo youtuber Tommaso Cassissa, le icone paralimpiche Francesca Porcellato e Francesco Bocciardo. Tra i Capitani Coraggiosi spiccano Patrizia De Luise (Presidente di Confesercenti), Giorgio Metta (Direttore Scientifico IIT), Alessandro Profumo (AD Leonardo), Paolo Pandozy (AD Engineering Ingegneria Informatica), Andrea Carabelli (Attore digitale), João Santos (Vicedirettore dell’unità presso la Direzione generale Occupazione, Affari sociali e Inclusione della Commissione europea), Antonio Paoletti (Vicepresidente Unioncamere), Giovanni Brugnoli (Vicepresidente Confindustria), Giuseppe Zampini (Presidente Confindustria Liguria e Ceo Ansaldo Energia), Patrizia Marini (Presidente Rete Nazionale Istituti Agrari), Sabrina Diamanti (Presidente Ordine Agronomi e Forestali), Eugenio Massolo (Presidente Accademia della Marina Mercantile), Giovanni Mondini (Presidente Confindustria Genova), Stefano Messina (Presidente Assarmatori), Nicola Carlone (Ammiraglio Capitaneria di Porto di Genova), Giorgio Merletti (Presidente Confartigianato) e Massimiliano Bianco (AD Iren).