Published On: Lun, Ago 28th, 2017

Salone Nautico in ripresa: tornano grandi cantieri come Azimut e Baglietto

Potrebbe essere il 2017 (21-26 settembre) l’anno buono per la ripresa del Salone Nautico di Genova, che fino a una decina di anni fa riempiva tutti gli hotel della provincia di Genova più che a Ferragosto, e in pieno ottobre.

La spinta decisiva sarà forse quella del ritorno di alcuni grandi marchi della nautica italiana come Azimut e Baglietto.
Lo studio di Renzo Piano curerà il design dell’evento. Il sindaco Bucci un mese fa ha annunciato “un cambio di passo per rendere Genova più accogliente che mai in occasione del Salone” con “parcheggi gratuiti in centro città per i visitatori, spettacoli al Teatro Carlo Felice, menu gastronomici ad hoc nei Civ, offerte turistiche su misura, Palazzi dei Rolli aperti tutta la settimana ed eventi.
Oltre ai due marchi già citati torneranno i cantieri Salpa, Baltic e Context, con altri marchi stranieri e quattro cantieri americani”.

Negli spazi espositivi ci saranno più di 1.000 barche appartenenti alle quattro tradizionali aree: vela, motori fuoribordo e gommoni, powerboat e motoryacht. Le ultime novità della nautica nazionale e internazionale sono presentate lungo un percorso rinnovato con nuovi pontili e aree riservate.

Interessante la sei giorni di “Sea Experience” durante i quali provare in mare aperto le ultime novità o lasciarsi coinvolgere da sfide ed eventi organizzati per intrattenere i visitatori. Moltissime anche per gli appassionati di subacquea, nuoto, canottaggio, canoa e windsurf.

Quello di quest’anno, il 57°, sarà un grande Salone Nautico di un settore che crescerà a due cifre, con più espositori e maggiori spazi, in grado di confermare il rilancio del settore”, aggiunge oggi il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti al termine del vertice in Regione alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, dei vertici di Ucina e di Fiera di Genova e del Presidente della Camera di Commercio Francesco Oddone.

 

Andranno risolte le pendenze del grave contenzioso tra Ucina ed Ente Fiera, per cui Toti dice che “si sta lavorando ad un accordo transativo per chiudere tutte le pendenze. Quello tra Fiera e Ucina è un normale contenzioso commerciale tra partner che hanno affrontato anni difficili insieme, come quelli della crisi della nautica e che stiamo sistemando di comune accordo”.