Published On: Gio, Lug 3rd, 2014

Salvare le orecchie di turisti e residenti dalle bottiglie dei bar buttate via di notte

Abbiamo più volte raccolto le lamentele di diverse persone che abitano nel centro di cittadine turistiche, o anche in altre zone, perché d’estate i bar buttano dei “container” di bottiglie e lattine vuote nei cassonetti della differenziata, producendo, magari alle 2 di notte, un rumore catastrofico.

Si può salvare da svariati risvegli notturni sia il residente sia il turista. Ecco come:

A Santa Margherita ligure parte in via sperimentale per tre mesi il servizio raccolta vetro porta a porta limitato agli esercizi commerciali del centro città. Lunedì 7 luglio ore 15.30 in Municipio incontro con gli esercenti.

Al via, in fase sperimentale, il servizio di raccolta rifiuti porta a porta limitato al vetro e agli esercenti del centro cittadino. Entro luglio 2014, la Docks Lanterna, attuale operatore cittadino, tutti i giorni, festivi compresi, ritirerà il vetro prodotto dai pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, american bar,..) dislocati nella zona centrale della città (lungomare da Ghiaia al porto e nella zona interna compresa tra largo Giusti e piazza Mazzini includendo l’area pedonale di piazza Caprera, via Palestro, via Cavour e a Corte in via Ruffini, piazza F. Bandiera, e parte di via Maragliano).

Grazie a un contributo regionale di 15.560,80 euro ottenuto dal Comune per i risultati della raccolta differenziata nell’anno 2012, saranno acquistati dei bidoni carrellati da 240 litri dotati di ruote e serratura da consegnare in comodato d’uso gratuito agli esercenti delle zone sopra elencate. Tali contenitori saranno svuotati giornalmente dagli operatori della Docks Lanterna negli orari più congeniali agli stessi commercianti. Per questo motivo l’amministrazione incontrerà gli esercenti lunedì 7 luglio alle ore 15.30 nella sala consiliare del Municipio.

Una volta attivata la raccolta porta a porta, presumibilmente nella seconda metà del mese di luglio, verrà effettuato un controllo, attività per attività, per verificarne il funzionamento e, se necessario, apportare modifiche operative.

«Questa iniziativa – spiega il sindaco Paolo Donadoni – vuole agevolare le utenze commerciali nella fase del conferimento e, allo stesso tempo, vuole evitare il disturbo al riposo dei cittadini e degli ospiti causato dal vetro che si rompe all’interno delle campane o dei cassonetti quando si conferisce in orario notturno. Insieme agli esercenti interessati concorderemo le modalità d’intervento. Sarà anche l’occasione per capire quali tipi di raccolta porta a porta si potranno attivare in città anche alla luce della nuova gara d’appalto per la raccolta e smaltimento rifiuti che stiamo predisponendo. Aumentare la raccolta differenziata vuol dire diminuire le spese di conferimento in discarica e di conseguenza la spesa di smaltimento per i cittadini».
raccolta_porta_a_porta

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>