Published On: Sab, Mar 24th, 2012

San Bartolomeo in festa per il nuovo centro sociale Incontragiovani

SESTRI LEVANTE. Taglio del nastro fissato alle 15,30 di sabato 31 marzo per il nuovo centro sociale Incontragiovani senza frontiere di San Bartolomeo della Ginestra in presenza del Vescovo Mons. Alberto Tanasinie delle autorità civili. Il nuovo Oratorio è ora inteso come un centro polifunzionale, luogo di incontro con tutti e per tutti i cittadini. Sarà dotato di molteplici e flessibili centri di interesse, in grado di garantire attrattività e coinvolgimento, e sarà organizzato intorno alla predisposizione di una pluralità di spazi da utilizzare, come luogo di teatro, cinema, musica, cultura ma anche di convivialità e di solidarietà reciproca. La proposta del centro polifunzionale si articola intorno a tre assi principali: il centro di aggregazione giovanile; il centro sociale per anziani; il centro di ascolto. L’idea del progetto è nata nel 2007 all’interno del Consiglio di Amministrazione della Parrocchia e con la condivisione del Consiglio Pastorale. Nell’edificio di via Mons. Vattuone 84 fino ad oggi sono state concentrate le funzioni di scuola dell’infanzia e asilo nido al piano terreno, mentre al primo piano è ubicata l’abitazione delle suore, al servizio della parrocchia, e un preesistente centro di aggregazione giovanile. Quest’ultimo occupava uno spazio divenuto troppo piccolo per le esigenze attuali di ospitare un gran numero di giovani e, a causa della divisione degli interni, non proprio funzionale.

“L’approccio è stato il più ampio e partecipato possibile per consentire di recuperare una struttura storica, sia come architettura sia come utilizzo, rendendola più adatta alle esigenze che nel tempo si sono venute a prospettare – spiega l’architetto Alessio Forlano in una nota – la struttura esistente necessitava di un intervento complessivo, al fine di adeguarne gli spazi per una più corretta e funzionale fruizione, quindi si è manifestata l’esigenza di mettere in sicurezza le strutture esistenti, renderle antisismiche e accessibili attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche, dotandole di un nuovo sistema impiantistico con apposito locale tecnico. Parallelamente al progetto di risanamento del costruito esistente si è pensato di sopraelevare l’edificio di un piano al fine di ottenere nuovi spazi funzionali al progetto educativo e sociale”.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Luigino ha detto:

    W l’oratorio di Samba!!!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>