Published On: Lun, Nov 18th, 2019

San Colombano Certenoli, visita del consigliere regionale Muzio all’istituto “Marco Polo”

Il punto sugli investimenti per potenziare ulteriormente la struttura

Il consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Liguria, Claudio Muzio, ha fatto visita stamane, insieme al consigliere metropolitano con delega all’Edilizia Scolastica, Guido Guelfo, alla sede distaccata dell’Istituto alberghiero “Marco Polo” a Calvari, nel Comune di San Colombano Certenoli. Ad accogliere Muzio e Guelfo la Dirigenza scolastica. Presenti l’Amministrazione comunale e i tecnici della Città Metropolitana, ente proprietario della struttura.

“La presenza del ‘Marco Polo’ a Calvari riveste un’importanza strategica per tutta la Val Fontanabuona e, più in generale, per tutto il Tigullio ed il Levante”, dichiara Muzio. “La visita di questa mattina – prosegue – è stata l’occasione per fare il punto della situazione, assieme alla Dirigenza scolastica e al consigliere metropolitano Guelfo, in ordine agli investimenti necessari per potenziare ulteriormente la struttura. A breve la Città Metropolitana aprirà la gara per la ristrutturazione della palestra; è verosimile che vi siano anche le risorse per la sistemazione degli spogliatoi. Questo percorso dovrebbe concludersi entro l’inizio del prossimo anno scolastico, con la probabile fine lavori preventivata per giugno 2020. È inoltre previsto un intervento di manutenzione ordinaria nei locali adibiti a cucina. Vi è infine l’auspicio di poter accedere ai fondi necessari per intervenire anche sull’ampia struttura espositiva, che potrebbe ospitare nuovi spazi da destinare all’attività didattica”.

“L’istituto ‘Marco Polo’ a Calvari – sottolinea ancora il consigliere regionale – è frequentato da più di 160 studenti, con un’attenzione particolare ai ragazzi con disabilità, presenti nel numero di 30. Il suo potenziamento è un investimento sul futuro di tanti giovani del nostro territorio, che possono trovare sbocchi lavorativi nelle attività legate al turismo e alla valorizzazione del nostro patrimonio enogastronomico. Da parte mia e per quanto di mia competenza, garantisco il sostegno e la disponibilità a porre in essere le iniziative necessarie per potenziare questa realtà formativa”, conclude Muzio.