Published On: Sab, Feb 4th, 2017

San Salvatore Cogorno: No a diga Perfigli e al cemento sull’Entella

Attacco concentrico di M5S e del Comitato “Giù le mani dal fiume Entella” a Cogorno-San Salvatore. Oggetto la piana dell’Entella e il progetto di rifacimento degli argini dell’Entella, progetto sacrosanto, ma che si accompagnerebbe a una cementificazione delle aree spondali, secondo il comitato e M5S.


Il Comitato ha appena raccolto e presentato all’Amministrazione 209 firme firme (il doppio del necessario) di sostegno alla mozione che chiede al Comune di Cogorno l’apposizione del vincolo agricolo e paesaggistico sui terreni della piana del fiume.

A Cogorno infatti si sta preparando il nuovo PUC (Piano Urbanistico Comunale), strumento che delinea lo sviluppo urbanistico dei prossimi anni, che per la Giunta presieduta dalla sindaca Sommariva si basa anche sul coinvolgimento dei cittadini e sui loro suggerimenti.

M5S invece ricorda che il prossimo 8 febbraio è in programma la prima discussione sul progetto “Diga Perfigli” presso il Tribunale della Acque di Roma. Obiettivo è il blocco dell’opera da parte della Regione Liguria. “Ancora oggi, non avendo la Regione mai fornito convincenti valutazioni sull’utilità dell’opera,  non è chiaro se la diga sia veramente il passaggio di una progettazione più ampia o solo il grimaldello che renderà obbligatorie le opere successive per spianare la strada alla cementificazione dell’intera vallata… [Servono] soluzioni ambientali meno invasive, meno dispendiose e meno stravolgenti dell’agricoltura sulla piana dell’Entella.”