Published On: Mer, Mar 19th, 2014

Sciopero ATP: accanimento terapeutico, e i Comuni non vogliono più pagare

Oggi giornata di sciopero nazionale del trasporto pubblico. Ovunque tematiche simili, con problemi più grandi o meno grandi. Si va dagli stipendi dei dirigenti ATAC di Roma (dove i dirigenti di Acea, Atac etc. hanno stipendi superiori a quello del presidente Obama), alla situazione nel Tigullio, dove finalmente i Comuni hanno pensato  che non ha più senso tenere in vita una struttura inguaribilmente malata, che rischia di creare problemi anche ad altri comparti economici e alle tasche dei cittadini, che pagano due volte il prezzo del biglietto: con le tasse e quando salgono su un bus (ma molti non pagano più).
Come se non bastasse, ad aprile i biglietti e gli abbonamenti aumenteranno ancora. Ci dicono che per ogni linea Regione e Provincia versano una somma allucinante. Poi ci sarebbero i Comuni tigullini della costa a integrare quanto già dato con un extra di 600.000 euro. Le amministrazioni, da Santa a Sestri Levante, chiedono però almeno la compartecipazione dei Comuni dell’entroterra, che  non nuotano nell’oro e nemmeno nell’ottone…
Si pagherebbe infinitamente meno con un servizio privato. Ma i comuni che cercano di farlo (con una navetta o un loro  scuolabus messa a disposizione) non possono farlo, perché in quel caso Atp minaccia di chiudere la linea.
La sola cosa da fare era abbassare i biglietti e rendere efficiente il controllo. Troppo difficile.

La guerra tra sindacati e Comuni sarebbe controproducente e profondamente sbagliata. Speriamo in una soluzione, ma temiamo la perpetuazione della malattia, con contagio inevitabile.

Nel pomeriggio gli autobus circoleranno solo tra le 17 e le 20.

atp trasporti provinciali

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Roller ha detto:

    Il problema è: quale il “modus petendi”? Ovvero: perché i Comuni dovrebbero pagare?
    Concordo: è accanimento terapeutico. Se ATP fosse trasformata in S. p. A? pensateci un attimo e tutti gli interessati direbbero NOOOOOOOOoooooooooooo…

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>