Published On: Lun, Set 16th, 2013

Scuole al posto delle carceri e Comune nel nuovo tribunale. Museo nel vecchio tribunale??

Non appare chiaro se quella di Levaggi sia una forma di pressione ulteriore per cercare di salvare il mantenimento del tribunale a Chiavari, oppure se sia un vero e proprio piano di utilizzo degli spazi.

Di sicuro Se il tribunale non ci sarà più, allora anche la funzione della Casa Circondariale di Chiavari, posta in pieno centro città, non avrebbe più molto senso, e sarebbe preferibile chiuderla.
Il che -indubbiamente- porrebbe seri problemi allo Stato, che taglia i tribunali ma vede crescere sempre più il numero dei carcerati, rendendo il nostro sistema giudiziario-carcerario degno di censura e di sanzioni da parte dell’Unione Europea e -se si continuano a stivare 10 carcerati al posto di 3 0 di 4- anche della Corte dei Diritti umani.

Comunque, se così fosse, il sindaco Levaggi ipotizza di trasferire al posto delle carceri l’Istituto comprensivo.

Nella lussuosa cattedrale nel deserto che è il nuovissimo (e inutilizzato da due anni) Tribunale invece, una possibile soluzione è concentrare lì tutti gli uffici periferici del Comune (via Delpino, via Remolari, via della Cittadella etc.). Il che comunque non riempirebbe del tutto gli spazi dei due edifici, ponendo seri imbarazzi alla Corte dei Conti…

Terza mossa: cosa fare degli spazi del vecchio tribunale? Due anni fa, Getto Viarengo proponeva di realizzare nello splendido storico sito affacciato su piazza Mazzini un museo della città, dotato di una sala Congressi, comunque degli spazi culturali. L’idea potrebbe essere confermata anche adesso dal sindaco Levaggi.

Resta comunque da potenziare il settore produttivo e commerciale, perché una città deve estendere e non solo conservare le proprie ricchezze. Il turismo è un supporto validissimo per l’economia, ma servono anche stipendi che provengano dagli investimenti degli imprenditori, non dalle casse pubbliche. Dalle fabbriche di terza e quarta generazione, non solo dal Terziario e dal turismo. A Chiavari come in tutta la Liguria.

carcere di Chiavari

carcere di Chiavari

Displaying 12 Comments
Have Your Say
  1. Roller ha detto:

    Oggi, al Liceo “F. Delpino” di Chiavari le prime DUE ORE di Educazione Fisica in CLASSE. Ovviamente non è nostra competenza entrare nel merito di un orario scolastico che non segue criteri “didattici” ma di “comodo”. Tocca ai Presidi (pardòn: dirigenti scolastici)assicurarci tutti che questi orari sono un bene per gli studenti e non per i desiderata dei docenti.

  2. Roller ha detto:

    Gli studenti non votano, ma voteranno. Sempre meno “aristotelici”, vedono i cattivi esempi e, per ora, mettono questi diseducativi esempi dei vecchi “in memoria”. Molti studenti del Liceo “F. Delpino” si stanno già chiedendo come mai, nelle ore di Educazione Fisica fissate di sabato, non avranno una palestra dove andare. Il “Sale della Terra” dovrebbe riconsiderare la sua richiesta in modo più “critico”.

  3. Il tema è molto serio e a mio parere con serietà va affrontato. Il campanilismo e la politica di avere tutto sotto casa ha portato molta fortuna a tanti amministratori locali ma è alla base dell’enorme debito pubblico che abbiamo sulla testa tutti. La “logica” che ha permesso la costruzione dell’ospedale di Rapallo è la stessa che ha consentito la costruzione del nuovo tribunale. Mentre lo storico Liceo Classico di Chiavari cade a pezzi e non ha uno straccio di palestra, un bellissimo tribunale resta chiuso. So bene che per legge le scuole devono essere distanti dalle carceri, per cui risparmiatemi l’obiezione legittima. Tuttavia osservo: sono più numerosi gli studenti o gli avvocati? Meglio spendere in Istruzione o in Tribunali? Gli studenti non votano, medici ed avvocati si. Ciò detto, se il carcere si sposta non è la fine del mondo. Se il nuovo ex tribunale viene sistemato e diventa polo scolastico, ben venga. Un museo? Mah, sempre terziario è. E una bella fabbrica di sedie di Chiavari con tanto di laboratorio-scuola sarebbe un’idea così disprezzabile per la vecchia sede dell’ex tribunale? Idea balzana più o meno aggiungo la mia. Idea che sarebbe nel contempo attrazione turistica e modesta fonte di lavoro. Con un’ultima considerazione: a casa mia si spende 4 se entra 5, e soprattutto non si spende 6 se 6 non entra.

  4. RIDATECI IL TRIBUNALE A CHIAVARI, MANICA DI NULLA FACENTI…

  5. Redazione ha detto:

    Intanto, è molto difficile che le carceri vengano spostate. Inoltre, anche se così fosse, i dipendenti non perderebbero il posto di lavoro.

  6. dario ha detto:

    Ok redazione, ma in carcere ci sono circa 70 lavoratori residenti a chiavari e subiscono con rabbia l’ingiusta chiusura del tribunale, ma non per questo devono diventare capri espiatori di una politica schizzofrenica e maleodorante.

  7. Redazione ha detto:

    Forse però il Comune ha degli “strumenti di pressione” sullo Stato anche sulle carceri. Si tratta solo di “strumenti di pressione”, in effetti, ma il tentativo è fatto soprattutto per salvaguardare il Tribunale (impossibile ormai, ma “Spes ultima dea”).

  8. perfavore qualcuno spieghi al sindaco che il carcere non è comunale e lui non ha nessuna competenza. poi di promesse in campagna elettorale ne ha fatte molte, si concentri sulla loro realizzazione (vedi il prolungamento di viale kasman ecc..).

  9. Redazione ha detto:

    Spreco di sicuro lo è stato. Ora si tratta di non fare un altro spreco e di utilizzarlo al meglio.

  10. Roberto Santi ha detto:

    Tempo fa proposi un progetto molto dettagliato al Sindaco di Chiavari di destinare il Nuovo Tribunale al “MUSEO NAZIONALE DELLO SPRECO DI DENARO PUBBLICO”: Un Ministero per piano, ristorante panoramico, immagini e multimedialità, corsi di formazione per la futura classe (casta?) dirigente. 30 posti di lavoro minimo assicurati. Se volete copia, mandatemi la vostra email.

  11. Redazione ha detto:

    Sul COnsiglio comunale vedere articolo apposito

  12. Alessandro L. ha detto:

    Il Sig. Levaggi.. ormai ha perso la bussola, invece che partorir belle parole per la stampa, farebbe meglio con la usa accozzaglia di maggioranza a presenziare alle sedute del Consiglio comunale, da lui convocate, e non far il bimbo capriccioso perchè il Presidente del Consiglio del Comune mosso da dignità, fa presente che si vogliono far opere ed azioni a danno della città!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>