Pubblicato il: lun, Giu 19th, 2017

Segnaletica e percorsi “Trekking & swimming” nell’isola Palmaria

Il trekking & swimming ideato da Mangia Trekking entra nella cultura del luogo

 Nell’ Isola Palmaria, divenuta un vero e proprio laboratorio naturalistico, di promozione e “palestra” di  tutte le attività che si riconducono all’alpinismo lento,  la collaborazione  tra Comune, Parco Regionale di Porto Venere, ed associazione Mangia Trekking ha realizzato ormai qualcosa di unico, che  riscontra consenso da parte escursionisti e turisti.  L’associazione spesso riceve via mail i complimenti per il suo semplice  lavoro di assoluta artigianalità. Lo stesso vale per gli associati, che raccolgono lodi per la manutenzione  e la cura dell’intera rete sentieristica isolana, anche quando sono in attività in altre Regioni. Con tale consapevolezza, anche in questi giorni, mentre il gran caldo farebbe pensare soltanto alle bellissime spiagge e al mare dell’isola Palmaria, gli associati di Mangia Trekking, continuano ad operare per valorizzare i percorsi e controllarne la fruibilità. Non trascurando di perfezionare la segnaletica artigianale relativa all’ostello ubicato sulla vetta dell’isola, tagliare rovi, o controllare quelle piante da tempo curate da alcuni associati. Un lavoro umile e silenzioso, anche di monitoraggio, che sembra non finir mai, ma che contribuisce a conferire al territorio un’immagine di assoluta naturalità ed incontaminatezza. Sull’isola divenuta oggi il luogo Ligure, su base annua, di maggior afflusso da parte del turismo escursionistico. Quello in cui, moltissime persone di ogni nazionalità e luogo, forse raccogliendo l’esperienza ideata dalla associazione, oggi vi praticano bellissimi e piacevoli “trekking e swimming” da un lato all’altro dell’isola. Un’attività che poco a poco sembra entrare nella cultura del turismo in Palmaria.