Published On: Mer, Dic 17th, 2014

Sei musicista o socialista?

Cerco di definirmi liberalsocialista, ma non ne sono convinto: per dirla con i libertari, sono anarchico proprio perché non lo sono. Ho conosciuto il nipote del sindacalista Di Vittorio. Ai tempi era un ragazzo di borgata (o trasteverino verace, non ricordo bene), cresciuto così povero che non aveva nemmeno completato gli studi, forse perché Di Vittorio era stato così onesto da non beneficare per niente la propria famiglia…

Era amico dei miei amici jazzisti romani e aveva un coraggio da leone. Per esempio era andato da Roma a Kabul quasi senza una lira, viaggiando con autostop, treni, bus. Una volta, entrando in una piazza dove si teneva un concerto, siccome era come sempre senza una lira, lui e i suoi amici, pretese di entrare dicendo “Semo tutti musicista”. Col plurale in A, neutro plurale, tipico del romanesco Doc.

Nel mio piccolo, allora dirò: “Semo tutti socialista”. Solo che poi non ci fanno entrare. I socialisti.
enrico rava ah big lp_2

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>