Published On: Lun, Feb 24th, 2014

Seminario “Alcol e guida sicura” al Natta

Seminario Alcol e guida sicura al NattaSESTRI LEVANTE. Si è tenuto stamani all’istituto De Ambrosi Natta il seminario rivolto ai giovani “Alcol e guida sicura”. Un’iniziativa è promossa dalla Regione Liguria, nella persona del dott. Marino Lagorio, dal Servizio socio-sanitario del Sert Asl4 con la dott.ssa Laura Poggi, dal Centro Giovani Casette Rosse di Sestri Levante per mezzo del responsabile Stefano Aliqua’ e dall’Istituto Natta-De Ambrosis. Dopo l’introduzione dei lavori da parte della Dirigente scolastica Paola De Vincenzi, la conduzione della mattinata e la facilitazione della discussione è stata affidata agli studenti, destinatari privilegiati dell’iniziativa, grazie ad una collaborazione fra i Rappresentanti d’Istituto e i Ragazzi di Radio Jeans.

“E’ un piacere per Sestri Levante ospitare un evento così importante per la vita dei nostri ragazzi – spiega l’assessore alle politiche sociali Lucia Pinasco -. Parlare di stile di vita, di comportamenti che tutelano la propria ed altrui salute, di scelta consapevole è fondamentale, e ci ricorda che sui temi del benessere, della sicurezza, dell’ecologia dell’ambiente e delle relazioni non dobbiamo mai abbassare la guardia. Trovo molto bello che, al di là della presenza degli adulti, il Seminario sarà condotto e facilitato nei momenti di discussione dagli stessi ragazzi, la partecipazione attiva, la fiducia e la capacità di riflettere sui propri comportamenti e su quelli degli altri sono elementi alla base di una cittadinanza consapevole, e loro sono il nostro futuro migliore.”

Seminario Alcol e guida sicura al Natta“L’iniziativa” spiegano Cristina Frugone e Stefano Aliquò del Centro Giovani Casette Rosse e responsabili del progetto, “è una delle azioni previste da “Informato e Connesso”, percorso che ha coinvolto gli adolescenti di tutto il Tigullio con l’obiettivo principale di realizzare esperienze partecipative per sensibilizzare i giovani alla cultura della legalità e all’adozione di stili di vita adeguati e comportamenti consapevoli, coinvolgendo nelle azioni e nelle attività territori, enti locali, asl, scuole superiori, università, consulte giovanili, informagiovani, centri giovani, associazioni di categoria e tutti quei soggetti che in Liguria si occupano di giovani. Questa modalità di lavoro nasce dalla volontà di creare e consolidare reti di collaborazione che costituiscano un sistema e un positivo metodo di lavoro e che permangano nel territorio ligure come “modus operandi” al di là della conclusione del progetto”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>