Published On: mer, Nov 7th, 2018

Sempre in crescita il traffico di cocaina -e altre droghe- nel Tigullio

Arresti e sequestri di droghe non sono mai cessati nel mondo così come nel Tigullio, dopo l’epidemia degli anni ’70, che portò danni, malattie e morti in troppe famiglie.

Oggi nel Tigullio il consumo è cambiato leggermente: l’eroina si fuma, costa poco e quindi il suo consumo è in crescita; la cocaina, costa meno di prima e si consuma di più, mentre crescono le pillole a base di anfetamine. La parziale “liberalizzazione” della marihuana ultra light in alcune rivendite di tabacchi, non ha cambiato granché il contesto: i traffici proseguono e rendono bene, anche se -alla lunga- c’è quasi sempre la certezza di un arresto, di un processo, di un danno permanente per il grande o piccolo pusher.

I Carabinieri di Sestri Levante -con una Radiomobile a supporto- hanno arrestato un marocchino di 48 anni, pregiudicato, mentre prelevava 35 grammi di “cocaina” suddivisa in 11 ovuli e grammi 200 di “hashish” nascosti in un anfratto lungo la ferrovia. Evidentemente si tratta di “merce” portata in Riviera da Genova via treno.
Con la perquisizione domiciliare successiva sono stati rinvenuti altri 100 grammi di hashish, con una bilancia e 1400 euro in contanti. Il pusher è stato condotto al carcere di Marassi a Genova.