Published On: Mer, Feb 6th, 2019

Seppellirsi insieme col proprio bulldog, come i Faraoni, proposta di legge in Liguria. Meglio le bestie degli umani?

Gli imprenditori si suicidano, i mendicanti aumentano, il PIL precipita, i ponti crollano da soli, e la politica continua con la sAga dei diritti a tutti e su tutto, forse per mascherare l’incapacità di risolvere i problemi veri, o perché i diritti non costano nulla e danno visibilità, dato che le masse di buzzurri sono sempre in crescita, dai tempi di Adamo ed Eva.
Viva la libertà di fare come i faraoni col proprio bulldog, quindi, ma tra cimiteri per cani e bare per criceti, dove andremo a finire?

Tumulare il cane nella stessa tomba del padrone” (… E i poveri che vanno nella terra? Nessuno li considera, nessuno si cura di creare un lavoro vero, epperò tutti li adorano e onorano a parole).
E’ questa la proposta di legge avanzata in Regione Liguria dal consigliere Fabio Tosi (M5S), il quale specifica: “La legge regionale sui cimiteri per animali è rimasta lettera morta“. Involontaria ironia.
Ma la faraonizzazione dell’italiano rincogl…ito è in atto anche altrove (nelle zone più ricche). Per esempio in Lombardia si prevede “la costruzione di cappelle private fuori dal cimitero, purché contornate da un’area di rispetto”. Deliri prodotti dalla dissoluzione del buon senso comune e di quella che Nietzsche definiva “dissoluzione di tutti i valori”, incluso l’amore per gli umani, oggi sostituito dal meno impegnativo amore per i quattro zampe o per iguane, scorpioni etc. (in casa abbiamo una gatta che è una regina, ciò non toglie che per lei sia pronta una tomba…).
Intanto non c’è più posto per gli umani, nei cimiteri storici. Nemmeno nella nuda terra. Tra un po’ non ci sarà più posto per gli homo “sapiens” (oggi “insipiens”?) nemmeno nelle case, nelle piazze, nei luoghi di lavoro, nei parchi (dove gli unici con diritto di gioco, di decibel a iosa e defecatio sono i cani).