Published On: Ven, Ago 26th, 2016

Sestri levante: 2 milioni spesi in 3 anni per la sicurezza idrogeologica e il controllo delle reti idriche

Dopo la periodica denuncia di scarichi abusivi, arrivano precisazioni da parte dell’amministrazioe comunale sugli interventi sul ciclo delle acque nei tre anni di mandato del sindaco Ghio: pulizia torrenti, mitigazione rischio idraulico, controllo e manutenzione ordinaria e straordinaria della rete delle acque meteoriche su tutto il territorio Comunale.
Dal 2013, inizio del mandato, sono stati messi a bilancio oltre € 1.400.000 per interventi di investimenti, (finanziati anche con contributi regionali), e 660.000 € per interventi di manutenzione ordinaria e manutenzione idraulico forestale di rii e torrenti (finanziati anche con contributi provinciali- C.M). In tutto 2 milioni investiti sulla sicurezza e la prevenzione.
Fermo restando che la rete delle acque bianche va censita e gestita bene, così da eliminare tutti gli scarichi abusivi, con la realizzazione del depuratore della val Petronio si dovrà anche ammodernare la rete delle acque nere, che in parte è vecchia e con tubazioni di diametro insufficiente.
Va altresì detto che in questo periodo -anche per merito del lavoro dell’opposizione- è stato risolto il ricorrente allagamento del centro storico, che era dovuto a un “tappo” di sabbia allo sbocco del canale della Chiusa. Sestri sembrava Venezia… (Vedi foto).
Infine: se ci si confronta con i ritardi ormai inaccettabili negli interventi –urgentissimi (sic)- di prevenzione contro le alluvioni nel tratto finale del fiume Entella e del torrente Rupinaro, che hanno provocato morti e ingenti danni, Sestri ha agito meglio di altri comuni vicini, aiutata dalla sua ampia piana.
Ecco una parte del Comunicato dell’Amministrazione Ghio:

Gli interventi hanno interessato tutto il territorio comunale: la rete delle acque bianche urbane, la pulizia di rii e torrenti per oltre 6 km di corsi d’acqua, le frane nelle frazioni di San Bernardino, Libiola e Villa Fontane, il miglioramento e maggiorazione del deflusso della rete delle acque bianche di Pietracalante, la pulizia e manutenzione straordinaria del canale della Chiusa e gli altri interventi capillari sul territorio a fronte di verifiche degli uffici.
Ultimo importante intervento in ordine di tempo è previsto a Loto, sulla rete delle acque nere a servizio della frazione, con la realizzazione di un impianto (fossa Imhoff) prevista nel Piano d’Ambito ATO e che verrà a breve avviata avendo ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie all’attivazione dello scarico.
All’inizio dell’estate- il 28 giugno – inoltre l’Amministrazione ha incontrato i nuovi vertici di IRETI e Idrotigullio, è definito un piano d’azione comune: stagione estiva e relativo piano di monitoraggio e controllo dei punti critici, verifica dell’attuazione degli interventi previsti a piano d’Ambito, è una valutazione del proseguimento del lavoro sul censimento degli scarichi abusivi, con l’individuazione degli interventi necessari. Nei primi giorni di settembre è previsto un aggiornamento per fare il punto nel lavoro svolto in questi anni e delle prossime iniziative.
“La messa in sicurezza idraulica del territorio, la pulizia dei torrenti e dei rii e il controllo degli scarichi rappresentano una priorità costante nell’iniziativa dell’Amministrazione. I 2 milioni di euro investiti in questi tre anni rappresenta un segno molto forte e concreto di un’opera attenta di prevenzione e mitigazione.
Con il gestore monitoriamo concretamente e continuamente la situazione, con un piano di azione che definisca passo passo e a seconda delle esigenze le priorità di intervento. Verificheremo gli esiti della stagione estiva e le problematiche e ad inizio settembre definiremo le nuove azioni necessarie”
Il Sindaco Valentina Ghio

Sestri Levante come Venezia (allagamenti 2012)

Sestri Levante come Venezia (allagamenti 2012)

Allagamenti, 2012

Allagamenti, 2012

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>